Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.673,64
    +182,95 (+0,52%)
     
  • Nasdaq

    15.424,31
    +188,47 (+1,24%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,1690
    +0,0084 (+0,72%)
     
  • BTC-EUR

    52.312,13
    +1.512,46 (+2,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,86
    +61,48 (+4,33%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • S&P 500

    4.590,37
    +38,69 (+0,85%)
     

Banca Mondiale stoppa rapporto Doing Business dopo “irregolarità”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 set. (askanews) - La Banca mondiale ha annunciato la cessazione della pubblicazione del rapporto "Doing Business", con cui da anni stilava una graduatoria su quanto risultasse agevole condurre attività di impresa nei vari Paesi. Ranking in cui l'Italia finiva regolarmente a posizioni imbarazzanti (58esima nell'edizione 2020, dietro a Kosovo, Kenya, Romania, Cipro e Marocco), anche se sui parametri alla base delle graduatorie erano stati a volte anche sollevati rilievi polemici da alcuni osservatori, già da anni.

Con un comunicato, l'istituzione internazionale riferisce di aver riscontrato "irregolarità" sui rapporti di 2018 e 2020, su cui sono state avviate indagini riguardo alla metodologia, ma che poi hanno innescato ulteriori accertamenti riguardo "controversie etiche, tra cui sulla condotta di alcuni ex funzionari così come su componenti del personale in carica della Banca".

Così è stato deciso di interrompere la pubblicazione, mantenendo però l'impegno a elaborare "un nuovo approccio - si legge - per valutare il clima su investimenti e attività di impresa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli