Banca MPS: Impatto residuo dei derivati valutato a 730 milioni

Banca MPS ha annunciato che il suo Consiglio di Amministrazione ha valutato in €730,3 milioni l'impatto negativo sul patrimonio della banca dei derivati che erano stati erroneamente rappresentati in bilanci precedenti.
La banca senese indica in una nota che l'analisi svolta dal Consiglio di Amministrazione con il supporto dei propri consulenti fa seguito al ritrovamento, nel corso del mese di ottobre 2012, di un accordo relativo all’operazione “Alexandria” , dal quale emerge il legame tra la ristrutturazione del titolo Alexandria avvenuta nel 2009 e il valore finanziario per Nomura delle operazioni eseguite nello stesso frangente .
Le analisi intraprese in relazione ad “Alexandria” sono state estese all’operazione “Santorini” a fronte delle analogie strutturali riscontrate con “Alexandria”. Banca MPS ha inoltre analizzato l’operazione “Nota Italia” che non presenta però alcuna similitudine, sotto un profilo strutturale, con le operazioni "Alexandria" e "Santorini". La revisione del portafoglio finanza ha riguardato anche altre operazioni , ma nessun altra ha evidenziato errori.
In relazione ad ”Alexandria” e ”Santorini”, gli errori individuati ammontano rispettivamente a €308 milioni e €429 milioni, e riguardano la rilevazione iniziale del fair value delle passività assunte nel contesto delle suddette due operazioni. In relazione a “Nota Italia” l’errore individuato è di ammontare trascurabile ed è riconducibile ad una imprecisa comprensione delle caratteristiche contrattuali dello strumento finanziario e, in particolare, della sua componente derivativa, che ha comportato l’applicazione di una non corretta metodologia di determinazione del fair value del medesimo.
Banca MPS ricorda che per far fronte ai possibili impatti patrimoniali derivanti dagli esiti delle analisi in merito alle operazioni sopra descritte aveva alzato lo scorso 28 novembre di €500 milioni la richiesta di aiuti statali. Per quanto riguarda i ratio patrimoniali Banca MPS segnala che il Core Tier 1 proforma al 30 settembre 2012, inclusivo dei Monti Bond, si attesta a circa 12,1% e che al 31 gennaio 2013 la riserva AFS, secondo i calcoli EBA, era pari a  €2 miliardi.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 17:45 CEST
Dow Jones 16.398,87 0,84% 21:03 CEST
Nikkei 225 14.417,68 +3,01% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati