Italia Markets close in 4 hrs 46 mins

Le banche aiutano il Ftse Mib a superare i 21mila punti

Rossana Prezioso
 

Piazza Affari, dopo un avvio in debolezza, ha iniziato a virare al rialzo e alle 13 è riuscita a riguadagnare la soglia dei 21mila punti con un saldo parziale di +0,6%. 

Il quartetto dei migliori performer della mattinata sul Ftse Mib vede al primo posto Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) (h12.15 a +3,7%), seguito da Banco Bpm (+3%) e Unipolsai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) (+2%), mentre dalla parte opposta e cioè tra i titoli peggiori sono da citare STM (Shenzhen: 000892.SZ - notizie) (-1,86%), Moncler (-1,5%) e Ferrari (Xetra: 30092157.DE - notizie) (-0,9%). 

La panoramica

Sul fronte dello spread Bund-Btp si osserva un netto calo (228 punti) che permette la ritrovata fiducia nel settore bancario: alle 11 Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) era a +1,30%, Ubi (Taiwan OTC: 6562.TWO - notizie) a +0,9%, Intesa +1,6%, Banco Bpm +2,9%. A fare eccezione è Banca Carige (Dusseldorf: -BJ51.DU - notizie) con il suo -1,15%. Intanto il crosso euro dollaro è sostanzialmente stabile a 1,16 nonostante l'entrata in vigore dei dazi voluti dagli Usa per circa 200 miliardi di merci cinesi: unica nota positiva, il fatto che il primo step si è rivelato essere non del 25% come inizialmente minacciato, ma del 10%. Il Segretario del Tesoro, Steven Mnuchin, forte anche di questo piccolo cambio di programma, non sembra perciò essersi perso d'animo e sta continuando a lavorare per riportare ancora le delegazioni al tavolo delle trattative.

Ferrari, momento difficile

Come accennato, protagonista in negativo della mattinata a Piazza Affari è stata Ferrari dopo il risultato giudicato deludente, del Gran Premio di Singapore dove Sebastian Vettel è arrivato solo terzo. La gara è stata invece vinta dalla Mercedes (Xetra: 710000 - notizie) di Lewis Hamilton mentre seconda è arrivata la Red Bull di Verstappen; la classifica ha visto poi un quarto posto per Vallteri Bottas, quinto Raikkonen, e quindi Ricciardo. Una gara che ha portato come risultato più eclatante quello di aumentare il gap tra Hamilton e Vettel, arrivato ormai a quaranta punti e che sta mettendo in evidenza alcune criticità del team Ferrari.

Da un punto di vista prettamente finanziario, l'attesa è per il Capital Market Day di domani Maranello con previsioni che parlano di un possibile aumento sia dei prezzi sia dei volumi del gruppo che rispetto ai confini dell'attuale piano industriale dovrebbe aumentare del 20% i volumi del gruppo (tradotto in numeri si parla di 12mila rispetto ai 10mila). Non solo ma le attese riguardano anche l'arrivo di nuovi modelli, compreso il Suv di cui si era parlato già in era Marchionne mentre si allunga anche l'ombra del rischio dettato dal cambio.Da parte loro gli esperti di Banca Imi (rating buy e un target price a 135 euro) hanno dichiarato che una eventuale conferma della fascia alta prevista sull'ebitda al 2022 (che il mercato stima ora tra 1,8-2miliardi di euro) non sarà altro che un segnale positivo.

Juventus (Milano: JUVE.MI - notizie) e Fca

Chi invece registra una ritrovata forza è il titolo Juventus dopo che il fenomeno Ronaldo ha potuto sbloccare la situazione di un'astinenza da gol che stava diventando preoccupante sia per i tifosi che per gli investitori. Dopo la vittoria di ieri in campionato contro il Sassuolo grazie proprio ad una doppietta del portoghese, il titolo alle 11 a Piazza Affari registra un aumento del 7%, rally favorito anche dalla notizia di una rinegoziazione con o sponsor tecnico, dei termini economici. A riferirlo è il Financial Times che sottolinea come la richiesta del club bianconero arrivi come conseguenza della maggior visibilità a sua volta dettata dalla presenza in squadra di Cristiano Ronaldo.

Il club controllato da Exor oltre che con Adidas (IOB: 0OLD.IL - notizie) potrebbe vedere un miglioramento della sponsorizzazione anche con il gruppo Fca. Numeri alla mano, il valore degli accordi partirebbe dai precedenti 114 milioni di euro della stagione 2017-2018 ai possibili 235 milioni. E a proposito di Fca è da segnalare la notizia di un accordo con Kkr per la cessione della controllata Magneti Marelli: in realtà il fondo di private equity Usaha già chiesto uno sconto sulla valutazione iniziale ma restano comunque margini di trattative. 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online