Italia Markets closed

Banche, Bce: su Npl stanno raggiungendo obiettivi risanamento

Bos

Milano, 28 gen. (askanews) - Dall'ultimo ciclo Srep è emerso che "gli enti con livelli elevati di crediti deteriorati (non-performing loans, Npl) stanno sostanzialmente raggiungendo gli obiettivi stabiliti per il risanamento dei loro bilanci". Lo rileva la Vigilanza Bce, che ha pubblicato oggi i risultati del processo di revisione e valutazione prudenziale (Srep) condotto nel 2019.

"A tali enti - prosegue la Vigilanza della Banca centrale europea - si raccomanda di mantenere un'elevata attenzione nei confronti del continuo miglioramento dei loro profili di rischio di credito". Quando la Bce ha assunto le proprie competenze di vigilanza cinque anni fa, si segnala in una nota, "il volume degli Npl detenuto dagli enti significativi si collocava intorno a 1.000 miliardi di euro (pari a un'incidenza dell'8%). A fine settembre 2019 era sceso a 543 miliardi di euro (pari a un'incidenza del 3,4%)".

Riguardo, poi, ai rischi di liquidità, i punteggi complessivi mostrano che "gli enti detengono una buona posizione di liquidità". In questa categoria, il 76% delle banche ha ottenuto un punteggio pari a 2 (70% nel 2018) e solo a quattro banche è stato assegnato il punteggio 1 (nel 2018 tale punteggio era stato assegnato a 12 banche). "Molti enti significativi non hanno raggiunto gli obiettivi fissati per il 2018 nei propri piani di finanziamento, anche a seguito delle loro mutate aspettative per le condizioni monetarie", conclude la Vigilanza Bce.