Banche, Draghi: Frenano ancora prestiti a imprese e famiglie

Francoforte (Germania), 8 nov. (LaPresse) - Il tasso di crescita sui dodici mesi dei prestiti al settore privato nell'eurozona è ulteriormente diminuito al -0,4% a settembre dal -0,2% di agosto. Lo ha spiegato il presidente della Bce, Mario Draghi. I prestiti alle imprese hanno frenato al -1,5%, dal -0,5% del mese precedente, mentre quelli alle famiglie sono rimasti invariati a settembre al -0,9%. "In larga parte - ha chiarito Draghi - la dinamica debole dei prestiti riflette le prospettive deboli sul Pil, l'avversione al rischio e l'adeguamento in corso nei bilanci di famiglie e imprese, che pesa sulla domanda di credito". Allo stesso tempo, ha aggiunto il presidente della Bce, "in un certo numero di Paesi dell'euro, la segmentazione dei mercati finanziari e i vincoli sul capitale delle banche limitano l'offerta di credito".

Azioni in evidenza

  • Riflettori su Piazza Affari
    Riflettori su Piazza Affari
    NomePrezzoVar.% Var.
    0,000,00%
    FNC.MI
    12,75-0,15-1,16%
    UCG.MI
    2,166-0,004-0,18%
    ISP.MI
    15,080,000,00%
    BMPS.MI
    0,777-0,007-0,89%
    TIT.MI
    14,25+0,13+0,92%
    ENI.MI
    4,002-0,038-0,94%
    ENEL.MI
    3,94-0,01-0,20%
    MS.MI
    0,000,00%
    F.MI

Titoli caldi

  •  
    Ultime quotazioni consultate
    Nome Prezzo Variazione Var. %Grafico 
    I codici visualizzati più di recente compaiono automaticamente in questo spazio usando questo campo ricerca:
    È necessario abilitare i cookie del browser per visualizzare le ultime quotazioni.
  • Notizie sulle quotazioni recenti

    •  
      Accedi per visualizzare le quotazioni nei tuoi portafogli.