Banche, Draghi: Frenano ancora prestiti a imprese e famiglie

Francoforte (Germania), 8 nov. (LaPresse) - Il tasso di crescita sui dodici mesi dei prestiti al settore privato nell'eurozona è ulteriormente diminuito al -0,4% a settembre dal -0,2% di agosto. Lo ha spiegato il presidente della Bce, Mario Draghi. I prestiti alle imprese hanno frenato al -1,5%, dal -0,5% del mese precedente, mentre quelli alle famiglie sono rimasti invariati a settembre al -0,9%. "In larga parte - ha chiarito Draghi - la dinamica debole dei prestiti riflette le prospettive deboli sul Pil, l'avversione al rischio e l'adeguamento in corso nei bilanci di famiglie e imprese, che pesa sulla domanda di credito". Allo stesso tempo, ha aggiunto il presidente della Bce, "in un certo numero di Paesi dell'euro, la segmentazione dei mercati finanziari e i vincoli sul capitale delle banche limitano l'offerta di credito".

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 22:17 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09%  

Ultime notizie dai mercati