Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.751,32
    -63,07 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.181,92
    +20,39 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1772
    -0,0054 (-0,46%)
     
  • BTC-EUR

    40.174,75
    -960,12 (-2,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.210,39
    -22,90 (-1,86%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    4.473,75
    -6,95 (-0,16%)
     

Banche Italia, crescita prestiti a imprese a luglio a ritmo più lento da marzo 2020

·1 minuto per la lettura
Il logo di Banca D'Italia a Milano

MILANO (Reuters) - A luglio la concessione di nuovi prestiti alle imprese da parte delle banche italiane mostra un rallentamento con un +1,7%, al minimo da marzo 2020, dal +3,8% del mese precedente.

Lo dicono i dati a cura di Banca d'Italia nel rapporto mensile, da cui emerge anche un andamento sostanzialmente invariato delle sofferenze sia lorde che nette.

Dai dati si evince anche un incremento del controvalore dei Btp detenuti dalle banche italiane nel periodo in osservazione a 422,718 miliardi di euro dai 417,730 miliardi del mese precedente.

La raccolta obbligazionaria resta negativa, con un calo tendenziale pari a 5,2% dopo la flessione di 6,2% di giugno.

Su base annua, i depositi del settore privato sono cresciuti al ritmo di 9,3% dopo il +9,6% di giugno, mentre la crescita dei finanziamenti alle famiglie è stata pari a 3,8% come nel mese precedente.

In valori assoluti le sofferenze lorde passano a 48,413 miliardi da 48,537 miliardi di giugno e le nette a 17,870 miliardi da 17,640 miliardi, rivisto.

(Sara Rossi, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli