Italia markets open in 48 minutes
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.900,15
    +16,02 (+0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1936
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    28.604,16
    +1.104,89 (+4,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    818,98
    +24,65 (+3,10%)
     
  • HANG SENG

    28.743,64
    +433,88 (+1,53%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

Banche Italia, Moody's vede crescita Npl in prossimi 12-18 mesi

·1 minuto per la lettura
Il logo dell'agenzia di rating Moody's presso la sede di Parigi

MILANO (Reuters) - Il miglioramento sostenuto dell'asset quality delle banche italiane è destinato a interrompersi e i non perfoming loans sono attesi in crescita nei prossimi 12-18 mesi in quanto la scadenza delle moratorie accelererà i default, secondo l'agenzia Moody's.

In un report pubblicato oggi, Moody's afferma di aspettarsi una crescita "sostanziale" degli Npl vista la percentuale elevata di prestiti ancora sotto moratoria, anche se non ritiene che l'ammontare di crediti problematici torni ai picchi storicamente osservati.

Secondo i dati Eba l'incidenza dei crediti non performing sul totale delle banche italiane è scesa al 4,1% lordo a dicembre 2020 dal picco del 17% del 2015, grazie alle vendite e alle operazioni di cartolarizzazione, scrive Moody's.

Il deterioramento dell'asset quality comincerà probabilmente nel 2022 vista la decisione del governo di estendere le moratorie fino a fine 2021, secondo l'agenzia americana che aggiunge che le perdite su crediti continueranno a essere elevate quest'anno nonostante gli accantonamento lungimiranti dell'anno scorso.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli