Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.032,39
    -168,28 (-0,49%)
     
  • Nasdaq

    13.890,80
    -161,54 (-1,15%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,2034
    +0,0053 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    45.191,94
    -1.321,82 (-2,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.224,18
    -74,78 (-5,76%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    4.161,27
    -24,20 (-0,58%)
     

Banche italiane, Abi: sofferenze nette in calo a gennaio. Tonfo -77,6% da massimo novembre 2015

Redazione Finanza
·1 minuto per la lettura

Le sofferenze nette delle banche italiane (al netto delle svalutazioni e accantonamenti già effettuati dalle banche con proprie risorse) a gennaio 2021 scendono sotto i 20 miliardi e sono pari a 19,9 miliardi di euro (livello minimo da giugno 2009), in riduzione rispetto ai 20,9 miliardi di dicembre 2020 e ai 26,3 miliardi di gennaio 2020 (-6,5 miliardi pari a -24,6%) e ai 33,5 miliardi di gennaio 2019 (-13,7 miliardi pari a - 40,7%). Rispetto al livello massimo delle sofferenze nette, raggiunto a novembre 2015 (88,8 miliardi), la riduzione è di circa 69 miliardi (pari a -77,6%). E' quanto emerge dal rapporto mensile dell'ABI sull'evoluzione dei mercati finanziari e creditizi.