Italia markets close in 1 hour 8 minutes
  • FTSE MIB

    24.100,95
    +12,30 (+0,05%)
     
  • Dow Jones

    33.983,68
    +162,38 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    13.797,01
    +10,74 (+0,08%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    61,99
    -0,68 (-1,09%)
     
  • BTC-EUR

    46.044,04
    -923,77 (-1,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.271,05
    +8,09 (+0,64%)
     
  • Oro

    1.793,30
    +14,90 (+0,84%)
     
  • EUR/USD

    1,2012
    -0,0029 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    4.145,98
    +11,04 (+0,27%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,85
    +37,39 (+0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8629
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,1034
    +0,0017 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,5017
    -0,0152 (-1,01%)
     

Banche italiane sotto la lente

Investimenti Bnp Paribas
·1 minuto per la lettura

La scorsa settimana il mercato azionario italiano è stato influenzato in primo luogo dallo stop e al successivo via libera dell’EMA del vaccino anti-Covid sviluppato da AstraZeneca in collaborazione con l’Università di Oxford. In luce il comparto bancario, che ha beneficiato dal reflation trade, del contesto dinamico relativo alle aggregazioni degli istituti di credito e dal Presidente del Consiglio di vigilanza bancaria della BCE. Andrea Enria ha infatti comunicato che la distribuzione dei dividendi per le banche potrebbe arrivare già nel prossimo autunno. Per l’ottava appena iniziata, saranno da monitorare i dati sugli ordini e le vendite industriali di gennaio, sulla fiducia dei consumatori di marzo e l’asta dei BoT a 6 mesi.

Focus su Chicago Fed National Activity Index

Per il Vecchio Continente, il calendario macroeconomico del primo giorno della settimana prevede l’asta dei titoli di Stato tedeschi a 12 mesi e quella dei BTF francesi a 3, 6 e 12 mesi. Nel corso del pomeriggio come di consueto il focus si sposterà verso gli Stati Uniti, dove verranno resi noti l’indice dell’attività nazionale elaborato dalla Federal Reserve di Chicago e i dati sulle vendite di case esistenti, entrambi relativi al mese di febbraio. Sul fronte delle audizioni dei bond governativi, si terrà quella relativa alle scadenze USA a 3 e 6 mesi.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online