Italia markets open in 5 hours 27 minutes
  • Dow Jones

    31.188,38
    +257,86 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    13.457,25
    +260,07 (+1,97%)
     
  • Nikkei 225

    28.745,21
    +221,95 (+0,78%)
     
  • EUR/USD

    1,2129
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    28.618,25
    +6,20 (+0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    689,10
    -11,51 (-1,64%)
     
  • HANG SENG

    29.995,11
    +32,64 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    3.851,85
    +52,94 (+1,39%)
     

Banche, nuovi requisiti di idoneità per incarichi ai manager

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 dic. (askanews) - Arriva una stretta sui requisiti e i criteri per la scelta dei manager bancari. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un decreto del ministro dell'economia Roberto Gualtieri "sul regolamento relativo ai requisiti e criteri di idoneità allo svolgimento dell'incarico degli esponenti aziendali delle banche e degli intermediari finanziari". Il testo, spiega il Tesoro, "che disciplina requisiti e criteri anche per gli esponenti di istituti di moneta elettronica, confidi, istituti di pagamento e sistemi di garanzia dei depositi, delinea una completa e significativa riforma della disciplina, tra l'altro con l'introduzione di una differenziazione tra requisiti e criteri: i primi caratterizzati, come già nella normativa vigente, da elementi di oggettività e tassatività, i secondi connotati da un margine di discrezionalità più ampio e quindi in grado di cogliere in modo sostanziale la qualità degli esponenti, in particolare per quanto riguarda la loro correttezza e competenza". Oltre ai criteri di correttezza (che si aggiungono ai requisiti di onorabilità) e competenza (in aggiunta ai requisiti di professionalità), "vengono introdotti nuovi profili di valutazione quali l'indipendenza di giudizio, l'adeguata composizione collettiva degli organi, la disponibilità di tempo e, per le banche di maggiori dimensioni, limiti al cumulo degli incarichi". "Con il decreto sui requisiti degli esponenti aziendali - afferma Gualtieri - introduciamo una profonda riforma della disciplina, volta a rafforzare le modalità di selezione dei manager delle banche e degli intermediari finanziari. Requisiti e criteri di selezione più stringenti per valorizzare ulteriormente la competenza, la trasparenza e l'indipendenza di giudizio. Un regolamento atteso da tempo, che dota l'Italia di una normativa in linea con le best practice a livello europeo". Glv