Italia markets close in 2 hours 41 minutes
  • FTSE MIB

    25.738,40
    +20,98 (+0,08%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.161,80
    +213,07 (+0,74%)
     
  • Petrolio

    71,62
    +0,71 (+1,00%)
     
  • BTC-EUR

    32.627,17
    +2.738,39 (+9,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,68
    +40,87 (+4,34%)
     
  • Oro

    1.850,90
    -28,70 (-1,53%)
     
  • EUR/USD

    1,2118
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.131,44
    +4,74 (+0,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,8587
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0892
    +0,0022 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,4730
    +0,0017 (+0,11%)
     

Banche, ok Commissione Senato a strategia educazione finanziaria

Roma, 31 gen. (askanews) - Via libera della Commissione finanze del Senato al documento del governo che delinea la Strategia nazionale per l'educazione finanziaria, prevista dal decreto "salva-banche" varato a dicembre 2016. Il documento, che fissa la strategia per il triennio 2017-2019, è stato approvato all'unanimità con la sola astensione del M5S. Il piano del governo prevede, tra l'altro, l'istituzione del Comitato nazionale per la diffusione dell'educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale, composto da 11 esperti del settore, che lavorano gratuitamente, e presieduto da Annamaria Lusardi. Il Comitato dovrà istituire gruppi di consultazione e ricerca cui saranno demandate la realizzazione e il coordinamento delle iniziative, avviare un censimento delle iniziative di educazione finanziaria in Italia e lanciare un 'Portale nazionale dell'informazione ed educazione finanziaria' che sarà l'iniziativa-perno della Strategia nazionale, intorno alla quale avviare gli altri progetti. La strategia passerà anche attraverso campagne di sensibilizzazione sui media e sui social network, accordi di collaborazione con agenzie e giornali, e con il servizio radiotelevisivo nazionale per la realizzazione di programmi di divulgazione dell'educazione finanziaria. Previste successivamente anche iniziative nelle scuole.