Banche, S&P: tempo per smaltire crediti dubbi, in 2018 a 260 mld

Milano, 12 gen. (askanews) - La mole di crediti dubbi in pancia alle banche italiane, nonostante si sia stabilizzata nel corso del 2016, rimane ancora un problema serio per il settore e il processo di riduzione degli stock, grazie anche agli interventi governativi, sarà comunque graduale e costoso. Il livello di Npa (non-performing assets, che non comprendono quindi le sole sofferenze, ndr) rimarrà elevato anche nei prossimi anni e, pur in presenza delle annunciate cessioni da parte dei gruppi bancari, sarà pari nel 2018 a circa 260 miliardi (ora a quota 300 mld), un valore che rappresenta ancora il 15-20% dei prestiti totali.

E' questa la previsione di Standard & Poor's, come spiegato da Mirko Sanna, director financial institutions dell'agenzia di rating, nel corso dell'annual press conference 2017. "E' positivo che ci sia una netta riduzione dei nuovi flussi di crediti dubbi, grazie anche al miglioramento dell'economia - ha detto - ma lo stock di Npa è così elevato che servirà del tempo per smaltirlo, anche perchè i ritmi di crescita dell'economia italiana sono ancora bassi, rispetto per esempio alla crescita della Spagna". "Il processo di riduzione richiederà del tempo e avrà dei costi", ha aggiunto Sanna. (segue)

Azioni in evidenza

  • Riflettori su Piazza Affari
    Riflettori su Piazza Affari
    NomePrezzoVar.% Var.
    0,000,00%
    FNC.MI
    2,618-0,052-1,95%
    UCG.MI
    2,42-0,05-1,87%
    ISP.MI
    15,080,000,00%
    BMPS.MI
    0,852-0,001-0,06%
    TIT.MI
    15,40-0,27-1,72%
    ENI.MI
    4,098-0,066-1,59%
    ENEL.MI
    4,200,000,00%
    MS.MI
    0,000,00%
    F.MI

Titoli caldi

  •  
    Ultime quotazioni consultate
    Nome Prezzo Variazione Var. %Grafico 
    I codici visualizzati più di recente compaiono automaticamente in questo spazio usando questo campo ricerca:
    È necessario abilitare i cookie del browser per visualizzare le ultime quotazioni.
  • Notizie sulle quotazioni recenti

    •  
      Accedi per visualizzare le quotazioni nei tuoi portafogli.