Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.441,41
    +177,93 (+0,61%)
     
  • Nasdaq

    11.843,85
    -11,12 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    25.527,37
    -106,93 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1832
    -0,0031 (-0,26%)
     
  • BTC-EUR

    15.516,39
    -36,68 (-0,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    363,03
    +1,60 (+0,44%)
     
  • HANG SENG

    26.486,20
    +34,66 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    3.562,64
    +5,10 (+0,14%)
     

Banche, Patuelli: spero in bad bank, ma non diventi parola magica

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 5 nov. (askanews) - L'Abi è a favore della creazione di una bad bank per gestire i crediti deteriorati. "Sarei felicissimo - ha detto il presidente Antonio Patuelli - se venisse realizzata la bad bank e faccio ogni tipo di pellegrinaggio, laico civile e religioso. Ma non dipende da noi e spero che 'bad bank' non diventi una parola magica di cui sentiamo parlare da molti anni. Spero che il presidente Enria riesca a fare quello che finora non si è riusciti a fare". Per il problema dei non-performing loans (Npl), ha spiegato Patuelli alla 52esima Giornata del credito, "bisogna fare di tutto per prevenire, io non sono in fase di rassegnazione. Bisogna sospingere le imprese nella ripresa e non costringere le banche a fare un triplo salto mortale. Le banche sono già state rafforzate, bisogna solo stabilizzare le norme che c'erano prima della pandemia e renderle più flessibili. Vedo che nell'Unione Europea c'è più consapevolezza e meno dogmatismo".