Italia markets closed

Banche, Ruocco: audiremo Vigilanza ma no processi a scatola chiusa

Voz

Roma, 7 feb. (askanews) - "Audiremo tutti i soggetti incaricati della vigilanza. Per l'intera 'filiera' di controllo a ogni livello, incluse le società di revisione, bisognerà analizzare il caso specifico e l'approccio normativo da utilizzare. Sulla Popolare di Bari sicuramente dovremo essere di supporto, per le parti di competenza, alle indagini già in corso. Il mio compito sarà comunque quello di capire quali modifiche legislative potranno prendere corpo in commissione". Lo afferma in una intervuista al Sole 24 Ore Carla Ruocco, esponente dei M5S nominata presidente della commissione bicamerale d'inchiesta sulle banche.

Esclude "processi a scatola chiusa: dobbiamo puntare a obiettivi concreti e a proporre norme per prevenire nuove crisi, non a fare inutile propaganda. Ma "chi ritiene che la mia designazione sia figlia della volontà di 'ammorbidire' la commissione non mi conosce - avverte -. Porto avanti le mie battaglie senza mai dimenticare la cornice istituzionale e il ruolo che mi compete, come dovrebbe fare chiunque aspiri alla presidenza di una commissione tanto delicata. E anche quando sono stata in prima linea non ho mai minacciato di incendiare l'autorità di vigilanza in quanto tale o la banca veneta in quanto tale".

"Bene chiedere maggiore tutela, andare a vedere ciò che non ha funzionato nella vigilanza, rettificare - spiega Ruocco -. Male sostenere che sia tutto da gettare alle ortiche o che tutti siano stati responsabili o complici".