Italia markets open in 3 hours 18 minutes

Banche, Signorini(Bankitalia) al NYT: rappresentazione fuorviante

Voz

Roma, 18 mar. (askanews) - E' un rappresentazione "alquanto fuorviante" quella fatta sull'Italia e sul suo sistema bancario dal New York Times, che omette "informazioni fondamentali" sulla reale condizione del Paese e sulla sua capacità di tenuta. Lo afferma il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Federico Signorini, in una lettera al quotidiano statunitense in risposta a un articolo (intitolato "Un nuovo malanno in Italia dal coronavirus: una crisi bancaria") che paventa rischi sul sistema creditizio e su tutto il Paese.

Nella missiva, Signorni elenca i "numerosi riscontri che segnalano come, negli ultimi anni, le banche italiane si siano significativamente rafforzate".

Primo, "la qualità degli attivi - scrive -. Nel quarto trimestre del 2019 il rapporto di nuovi crediti deteriorati (Npl) sul totale dei finanziamenti in essere era pari all'1,2 per cento, contro il 2,1 per cento rilevato nel periodo corrispondente del 2007, alla vigilia della crisi finanziaria mondiale. La riduzione della quota di crediti deteriorati sui prestiti complessivi totali è proseguita, anche grazie alle massicce cessioni effettuate da un elevato numero di banche. A fine dicembre la quota dei crediti deteriorati era pari al 3,3 per cento al netto delle svalutazioni (è questo il vero ammontare che grava sui bilanci delle banche), in calo dal 9,8 per cento di dicembre 2015".(Segue)