Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    45.611,84
    -5.782,65 (-11,25%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Banche, in Ue niente aumento Npl (calano) e livelli Cet1 da record

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 mar. (askanews) - Non vi è traccia nei bilanci delle banche europee dell'aumento dei crediti deteriorati temuto e previsto dalle autorità di Vigilanza. Salvo che nei settori più danneggiati dai vari lockdown, come intrattenimento, turismo e ristorazione. Anzi, secondo l'ultima rilevazione dell'Eba, l'autorità bancaria europea, il tasso dei Non performing loans (Npl) è ulteriormente sceso al 2,6% degli attivi nel quarto trimestre del 2020, segnando un calo pari a 20 punti base (o 0,2 punti percentuali) rispetto ai tre mesi precedenti.

La diminuzione riguarda sia i presti alle imprese che quelli alle famiglie, mentre secondo l'Eba si sono verificati aumenti su alcuni specifici settori: servizi recettivi e di ristorazione (Npl all'8,4% dal 7,8%), ricreazione, arte e intrattenimento (al 7,2% dal 6,7%). In pratica quelli più duramente colpiti dai lockdown.

E questo nonostante il fatto che i prestiti ammissibili alle moratorie sui pagamenti si siano praticamente dimezzati nel periodo in esame, a 320 miliardi di euro, dai 590 miliardi nel terzo trimestre, riporta ancora l'Eba.

Contestualmente hanno continuato a lievitare i livelli patrimoniali delle banche. Il coefficiente patrimoniale Cet1 ha raggiunto un nuovo massimo storico pari al 15,5% nel quarto trimestre, dice ancora l'autorità, con un aumento di 40 punti base dai tre mesi precedenti.

Guarda caso, verrebbe da dire, la redditività delle stesse banche resta "sottotono". Sempre nel quarto trimestre il tasso di ritorno sul capitale totale (Roe) è sceso al 2%, dal 2,5% del trimestre precedente. Secondo l'Eba le pressioni sulla redditività persisteranno mentre i livelli di liquidità delle banche continuano a migliorare.

Oggi sul tema è intervenuta la presidente della Bce. "A volte sentiamo dire dalle banche che si sentono eccessivamente regolamentate e sovracapitalizzate - ha detto Christine Lagarde in una intervista a Bloomberg - ma in questa crisi è stato un bene per loro e per la sicurezza dei loro clienti. E questo è un cambiamento rilevante rispetto a quanto accaduto 10 anni fa".