Italia markets open in 2 hours 3 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.359,54
    +193,95 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,1903
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    15.823,65
    -203,32 (-1,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    373,18
    +3,43 (+0,93%)
     
  • HANG SENG

    26.695,36
    +107,16 (+0,40%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Banco BPM: molto solide posizioni patrimoniale e liquidità, in primi nove mesi utili per 263 milioni

Laura Naka Antonelli
·2 minuto per la lettura

"Si confermano molto solide le posizioni patrimoniale e di liquidità: CET1 Ratio phased-in e CET1 fully loaded si attestano rispettivamente al 15,4% e al 14,1%; MDA buffer su TCR phased-in e fully loaded rispettivamente a 639 b.p. e a 475 b.p.; LCR 198% e NSFR >100%". E' quanto si legge nel comunicato di Banco BPM, la banca guidata da Giuseppe Castagna, che ha diffuso i conti del terzo trimestre e dei nove mesi terminati il 30 settembre del 2020. "Nel terzo trimestre dell'anno, nonostante la compromissione del quadro macroeconomico dovuta alla crisi sanitaria Covid-19, Banco BPM è riuscito a contrastare gli effetti negativi dell'emergenza, conseguendo, dato il contesto, risultati di rilievo. L'aumento dei ricavi e la riduzione dei costi hanno consentito di registrare un risultato dell'operatività corrente al lordo delle imposte di € 239 milioni rispetto a € 106 milioni registrati nel secondo trimestre, nonostante le maggiori svalutazioni sui crediti effettuate per tener conto degli effetti dei nuovi obiettivi di cessione di crediti non performing la cui realizzazione è prevista entro la fine del corrente esercizio. Escludendo gli impatti derivanti dalla variazione del proprio merito creditizio e gli effetti derivanti dalle PPA effettuate in precedenti esercizi, il risultato netto del terzo trimestre è positivo ed è pari a € 167 milioni (€ 76 milioni nel secondo trimestre). Includendo tali elementi, il risultato netto del terzo trimestre risulta pari a € 157 milioni e porta l'utile complessivo dei primi nove mesi dell'esercizio a € 263 milioni. I risultati conseguiti hanno consentito di dare nuovo impulso all'azione di riduzione delle esposizioni non performing attraverso l'incremento degli obiettivi di cessione di esposizioni UTP ed in sofferenza da perfezionare entro la fine del corrente esercizio, che permetteranno di migliorare ulteriormente l'NPE ratio, lordo e netto", si legge nel comunicato. .