Italia Markets open in 2 hrs 13 mins

Banco BPM scatta in avanti, Equita e Banca Imi confermano buy dopo i conti

Titta Ferraro

Accelerazione a Piazza Affari per Banco Bpm che sale dell'1,89% a 2,154 euro dopo una prima parte di seduta cauta. Il titolo riavvicina i massimi annui toccati a metà ottobre. Il terzo trimestre 2019 della banca si è chiuso con un utile netto pari a 93,3 milioni, superiore alle attese che erano ferme a 83,2 mln (consensus Bloomberg). Il ceo Giuseppe Castagna ha aperto al ritorno del dividendo.

“La fiducia del management sulla ritrovata sostenibilità della redditività è confermata dal soft commitment sul pagamento di un dividendo cash sull’utile 2019”, affermano da Equita confermando il giudizio buy con target price a 2,80 euro. In base ai calcoli di Equita, con un payout sostenibile (<40%) Banco BPM potrebbe offrire un dividend yield superiore al 6% che dovrebbe sostenere un ulteriore re-rating del titolo. Anche Banca IMI reitera il giudizio buy (tp a 2,80 euro) alla luce dei risultati al di sopra delle aspettative, anche se senza un impatto materiale sulla stima di EPS che è stata confermata. "Consideriamo positivamente l’impegno verso il pagamento di un dividendo sui risultati del 2019, che dovrebbe anche rassicurare il mercato circa la forza patrimoniale: con un CET1 ratio superiore al 12%, il capitale sembra solido, sebbene i venti contrari a lungo termine non siano ancora completamente definiti”, conclude Banca IMI.