Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.033,67
    -265,66 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    14.039,68
    -33,17 (-0,24%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,2005
    -0,0128 (-1,06%)
     
  • BTC-EUR

    32.089,14
    -1.422,20 (-4,24%)
     
  • CMC Crypto 200

    956,70
    -35,77 (-3,60%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • S&P 500

    4.223,70
    -22,89 (-0,54%)
     

Banco BPM vola ai top dal 2018 con +56% Ytd, mercato riaccende i fari su Bper

·1 minuto per la lettura

Il board di Banco BPM, stando a quanto riporta oggi Il Messaggero, dovrebbe ratificare oggi la cessione di 1,5 miliardi di euro di NPL nell’ambito del progetto `Rockets`, annunciato al mercato in occasione dei risultati trimestrali. L’operazione, che prevede la cessione del porfafoglio ad un SPV e l’utilizzo delle GACS sulle tranche senior emesse, era prevista in chiusura entro la fine del secondo trimestre di quest’anno. La cessione permette un ulteriore miglioramento del profilo di rischio della banca, con l’NPE ratio che cala dal 7,5% al 6,3% afferma Equita. Intanto prosegue oggi il rally di Banco BPM a Piazza Affari con il titolo che segna +1,8% a 2,83 euro, nuovi massimi dal marzo 2018. Da inizio anno il titolo della banca nata dalla fusione tra Banco Popolare e BPM segna oltre +56%, miglior performer di tutto il Ftse Mib. Ieri sul mercato si è tornato a scommettere su un possibile matrimonio con Bper. Gli analisti di KBW ritengono che per Banco BPM avrebbe più senso fondersi con BPER rispetto a un deal con UniCredit e stimano un potenziale aumento di EPS del 54%. Settimana scorsa rumor stampa hanno riportato che Giuseppe Castagna, ceo di Banco BPM, avrebbe recentemente aggiornato il CdA in merito al tema M&A, esprimendo il proprio sostegno a valutare un’aggregazione con Bper al fine di creare un terzo polo bancario.