Italia markets close in 6 hours 3 minutes

##Bankitalia: da Visco agenda al governo, unit per Ricostruzione

Glv

Roma, 28 mag. (askanews) - Ricostruire il paese travolto dal coronavirus con uno spirito unitario. Potrebbe essere questo il messaggio principale delle Considerazioni finali del governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, attese domani mattina a palazzo Koch. Un discorso che si profila come un'agenda di ampio respiro per il sistema politico, impegnato a uscire dall'emergenza e sostenere il riavvio dell'attivit dopo lo shock pi violento. Una situazione "senza precedenti" con l'urgenza di dare forma a un progetto di rinascita economica, in un momento in cui la pandemia ha rallentato la sua corsa ma con ancora tanti rischi e incognite per il futuro.

L'intervento di Visco comincer alle 10.30, davanti a una platea con soli 30-40 ospiti, distanziati tra loro rispettando le misure anti-Covid. Una vera novit per un "rito" di fine maggio che da decenni richiama le figure di spicco dell'economia e della finanza: quest'anno quasi tutti dovranno seguirlo in diretta tv su Rai2 o in streaming sul sito della banca. Inevitabilmente il tema dominante delle Considerazioni sar la crisi causata dall'epidemia, che secondo il governatore avr un impatto "ampio e profondo". E se al Forex all'inizio di febbraio aveva avvertito su questo nuovo rischio globale, nelle settimane successive ha assicurato che Via Nazionale sarebbe stata pronta a "esplorare tutte le opzioni" per aiutare il paese.

Dalle riforme strutturali ai rapporti con l'Unione Europea, dagli investimenti pubblici alla transizione "green": la ricetta di Visco attraverser campi diversi per convergere sull'esigenza di grande rinnovamento di un paese colpito duramente dal virus dopo due anni di sostanziale stagnazione. In questa fase, ha detto un mese fa, la "priorit assoluta" oltre a salvare le vite umane " mantenere la capacit produttiva delle nostre economie", sostenere famiglie e aziende e "impedire che i problemi di liquidit si trasformino in default di massa". Perch "una sofferenza economica significativa sembra inevitabile in tutti i Paesi" e "il tributo che dovr pagare l'economia reale sar rilevante, per i lavoratori e le imprese".

Con il Pil italiano a picco di quasi il 10% nel 2020, secondo la Banca d'Italia il momento di un'azione pubblica vigorosa perch le ripercussioni della pandemia andranno "oltre il breve periodo". Per il governatore l'equilibrio dei conti pubblici un leitmotiv e sar ribadito anche questa volta, puntando non sull'austerity ma su una strategia di lungo termine per ridurre il debito molto elevato. Debito che quest'anno crescer in maniera molto forte, mantenendo per condizioni di sostenibilit. L'economia nazionale, del resto, pu affrontare "shock avversi" nonostante sia "cresciuta la vulnerabilit dei bilanci di famiglie e imprese".

Un capitolo rilevante sar poi dedicato alle banche, chiamate a giocare un ruolo cruciale non solo per i finanziamenti ma anche per "il rischio elevato di instabilit finanziaria globale". Gli istituti italiani sono pi "solidi" rispetto al passato ma sono "esposti" all'impatto del coronavirus, per le tensioni sui mercati finanziari e per la possibile risalita delle sofferenze. Il richiamo di Visco sar probabilmente rivolto alla necessit di garantire il sostegno all'economia, assecondando il "dispiegamento" delle misure d'emergenza sui prestiti approvate dal governo. Anche le banche devono partecipare a questo "sforzo collettivo" del paese per "passare a una fase di ripresa e di ricostruzione, durante la quale sar essenziale essere uniti".