Italia markets close in 48 minutes
  • FTSE MIB

    18.989,79
    -96,16 (-0,50%)
     
  • Dow Jones

    28.086,32
    -124,50 (-0,44%)
     
  • Nasdaq

    11.398,64
    -86,06 (-0,75%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,54
    +0,51 (+1,27%)
     
  • BTC-EUR

    10.900,83
    +1.571,43 (+16,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    259,62
    +3,52 (+1,38%)
     
  • Oro

    1.897,80
    -31,70 (-1,64%)
     
  • EUR/USD

    1,1822
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    3.420,99
    -14,57 (-0,42%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.156,19
    -24,51 (-0,77%)
     
  • EUR/GBP

    0,9038
    +0,0016 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0724
    -0,0007 (-0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5549
    -0,0032 (-0,20%)
     

Bankitalia: debiti imprese e famiglie salgono, ma molto meno rispetto ad area euro

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

"Nel secondo trimestre del 2020 il debito complessivo delle imprese in percentuale del Pil è salito al 73 per cento, rimanendo molto più basso di quello medio dell'area dell'euro (pari al 115 per cento)". E' quanto si legge nel bollettino economico della Banca d'Italia appena diffuso. "A seguito degli effetti dell'emergenza sanitaria la quota del debito facente capo alle imprese che possono essere classificate come più rischiose è destinata a registrare un aumento, in parte attenuato dalle misure di sostegno finora introdotte". Ad aumentare è stato anche il debito delle famiglie italiane: "Nel secondo trimestre del 2020 l'indebitamento delle famiglie in rapporto al reddito disponibile, anche per via della marcata contrazione di quest'ultimo, è sensibilmente aumentato, raggiungendo il 63,2 per cento, un livello tuttora largamente al di sotto della media dell'area dell'euro (96,1 per cento). In rapporto al Pil il debito si è collocato al 43,6 per cento (contro il 60,4 nell’area dell'euro). L'incidenza sul reddito disponibile degli oneri sostenuti per il servizio del debito (spesa per interessi e restituzione del capitale) è salita rispetto al trimestre precedente".