Italia markets open in 1 hour 31 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1942
    +0,0023 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    15.059,07
    -28,49 (-0,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    351,05
    -19,47 (-5,25%)
     
  • HANG SENG

    26.722,91
    +53,16 (+0,20%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Bankitalia: occupati in calo, effetto Covid più forte al Sud

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 4 nov. (askanews) - Con la pandemia di coronavirus "il numero di occupati si è ovunque ridotto, più marcatamente nel Mezzogiorno". Lo sostiene la Banca d'Italia nel rapporto "L'economia delle regioni italiane", sottolineando che al Sud "la struttura produttiva è più orientata ad attività maggiormente esposte agli effetti della pandemia (quali i servizi connessi con il turismo) e la composizione dei contratti di lavoro risulta più sbilanciata verso forme di lavoro temporaneo". "I vincoli ai licenziamenti - spiega Via Nazionale - e l'eccezionale ricorso a strumenti di integrazione salariale hanno contenuto l'impatto sul lavoro dipendente a tempo indeterminato, più diffuso al Centro Nord. Gli ultimi dati, disponibili solo a livello nazionale, suggeriscono un parziale recupero nel numero di occupati in estate, sebbene i margini inutilizzati della forza lavoro restino ampi".