Italia markets close in 7 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    22.138,40
    +50,04 (+0,23%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,65
    +0,38 (+0,73%)
     
  • BTC-EUR

    27.402,70
    -87,03 (-0,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    676,15
    -0,75 (-0,11%)
     
  • Oro

    1.850,70
    -5,50 (-0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,2177
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.605,32
    +2,91 (+0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8883
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0779
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5467
    -0,0031 (-0,20%)
     

Bankitalia: permane ampio ritardo del Mezzogiorno sulla crescita

Red/Voz

Roma, 7 nov. (askanews) - Nel Mezzogiorno "rimane ampio il ritardo rispetto al resto del Paese" in termini di crescita economica. Lo rileva la banca d'Italia nel suo ultiomo rapporto sull'economia delle regioni italiane, in cui tuttavia si osserva come lo scorso anno la dinamica del Pil, pur rimanendo positiva, abbia mostrato un rallentato che ha coinvolto "tutte le macroaree del Paese". Secondo le stime preliminari dell'Istat pubblicate lo scorso giugno, si legge, il Pil a valori concatenati è cresciuto a ritmi più intensi nel Nord Est rispetto al Nord Ovest e al Centro e, soprattutto, al Mezzogiorno.(Segue)