Italia markets close in 4 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    24.329,30
    -473,60 (-1,91%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,44
    -0,48 (-0,74%)
     
  • BTC-EUR

    45.844,25
    -1.858,59 (-3,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.491,42
    -69,88 (-4,48%)
     
  • Oro

    1.841,70
    +4,10 (+0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,2170
    +0,0035 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.935,04
    -99,21 (-2,46%)
     
  • EUR/GBP

    0,8604
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0974
    +0,0041 (+0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,4724
    +0,0040 (+0,27%)
     

Bankitalia: Pil 2021 atteso oltre +4%, ma dipenderà dai vaccini

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 apr. (askanews) - Il Pil italiano dovrebbe crescere di oltre il 4% nel 2021 ma questo risultato dipenderà soprattutto dall'andamento delle vaccinazioni e dei contagi. Lo afferma la Banca d'Italia nel bollettino economico, sottolineando che "le prospettive restano soprattutto dipendenti dai progressi della campagna vaccinale e da una favorevole evoluzione dei contagi". Nel Def, il Documento di economia e finanza appena approvato dal governo, si prevede per quest'anno una crescita del 4,5%.

L'andamento del Pil nel quarto trimestre del 2020, "migliore delle attese, si riflette favorevolmente sulla crescita acquisita per l'anno in corso. Secondo i principali previsori, l'espansione potrebbe essere superiore al 4% nel 2021, con una significativa ripresa nella seconda parte dell'anno, agevolata dal contesto globale".

Uno scenario di ritorno "a una crescita sostenuta e durevole è plausibile, pur se non esente da rischi; presuppone che sia mantenuto il sostegno all'economia e che si dimostrino efficaci gli interventi in corso di introduzione nell'ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)".

Nei primi tre mesi dell'anno intanto, aggiunge Via Nazionale, "in Italia si conferma la resilienza dell'economia, ma pesa l'aumento dei contagi. In base agli indicatori disponibili, l'attività economica sarebbe rimasta pressochè stabile: a un rafforzamento nell'industria si accompagna un andamento ancora debole nei servizi. Queste stime restano soggette a elevata incertezza, connessa agli impatti della pandemia".

Glv