Italia Markets close in 6 hrs 12 mins
  • FTSE MIB

    18.815,29
    -129,85 (-0,69%)
     
  • Dow Jones

    27.685,38
    -650,19 (-2,29%)
     
  • Nasdaq

    11.358,94
    -189,34 (-1,64%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    38,93
    +0,37 (+0,96%)
     
  • BTC-EUR

    11.136,97
    +35,67 (+0,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,63
    -1,78 (-0,68%)
     
  • Oro

    1.901,70
    -4,00 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1812
    -0,0001 (-0,0118%)
     
  • S&P 500

    3.400,97
    -64,42 (-1,86%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.082,47
    -22,78 (-0,73%)
     
  • EUR/GBP

    0,9066
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,0740
    +0,0020 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    -0,0026 (-0,17%)
     

Bankitalia, Visco: 'risposta banche a pandemia straordinaria, rischio aumento NPL c'è ma stime sono esagerate'

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

"I crediti netti erogati da febbraio ad oggi sono cresciuti di 50 miliardi, contro il calo di 10 miliardi dello stesso periodo del 2019. Le banche devono continuare ad effettuare prestiti - ha detto il Governatore - anche se il rischio di credito non deve essere minimizzato. Le perdite probabili devono essere messe subito in bilancio". E' quanto ha detto il Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, nel corso dell'evento "Made in Italy: the Restart" de Il Sole 24 Ore e Financial Times. Secondo Visco, "la risposta delle banche" di fronte alla pandemia "c'è stata, con una crescita del credito che è stata straordinaria". Riguardo alla questione degli NPL il governatore ha detto che "i dati effettivi sui crediti deteriorati sono molto buoni. Secondo i dati più recenti c'è una caduta dello stock dei crediti deteriorati nell'ordine del 3% al netto delle rettifiche di valore, del 6% al lordo". Certo, secondo il governatore di Bankitalia, con la crisi scatenata dalla pandemia del coronavirus COVID-19 "ci sarà un aumento degli npl e il rischio è di un aumento repentino". "Tuttavia - ha continuato - credo che le stime siano esagerate e non tengano conto dei cambiamenti forti che ci sono stati nel trattamento dei crediti deteriorati".