Italia markets close in 4 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    24.543,03
    +14,34 (+0,06%)
     
  • Dow Jones

    34.035,99
    +305,10 (+0,90%)
     
  • Nasdaq

    14.038,76
    +180,92 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,46
    0,00 (0,00%)
     
  • BTC-EUR

    50.475,91
    -2.222,52 (-4,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.344,95
    -36,00 (-2,61%)
     
  • Oro

    1.777,70
    +10,90 (+0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1995
    +0,0019 (+0,16%)
     
  • S&P 500

    4.170,42
    +45,76 (+1,11%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.008,16
    +14,73 (+0,37%)
     
  • EUR/GBP

    0,8693
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,1013
    -0,0020 (-0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4980
    -0,0029 (-0,20%)
     

Basilicata zona rossa, regole: cosa si può fare dal 1 marzo

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Basilicata zona rossa dal 1° marzo dopo la firma dell'ordinanza del ministro Speranza di oggi. L'ingresso in zona rossa comporta quindi stretta con misure e divieti più rigidi per contrastare la diffusione del coronavirus. Ecco quali sono:

- Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Chiusura dei negozi, fatta eccezione per supermercati, beni alimentari e di necessità. Restano aperte edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri.

- A scuola, didattica a distanza per la secondaria di secondo grado, per le classi di seconda e terza media. Restano aperte, quindi, solo le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e la prima media. Chiuse le università, salvo specifiche eccezioni.

- Stop allo sport, ad eccezione di quello di interesse nazionale dal CONI e CIP. Sospese le attività nei centri sportivi. Rimane consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale. Sono chiusi musei e mostre; chiusi anche teatri, cinema, palestre, attività di sale giochi, sale scommesse, bingo, anche nei bar e nelle tabaccherie. Per i mezzi di trasporto pubblico è consentito il riempimento solo fino al 50%, fatta eccezione per i mezzi di trasporto scolastico.