Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.318,21
    -249,67 (-1,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Bce alzerà tassi di 0,25 punti a luglio e apre a +0,50 a settembre

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 giu. (askanews) - La Banca centrale europea ha esplicitamente annunciato che a luglio aumenterà di 25 punti base i tassi di interesse nell'area euro, e poi che intende operare un ulteriore aumento a settembre la cui portata è ancora da decidere. "Dipenderà dalle prospettive di inflazione" e "se dovessero deteriorarsi o persistere, un aumento più ampio sarà approriato", recita un comunicato. In questo modo il Consiglio direttivo, che si tenuto in trasferta ad Amsterdam, apre all'ipotesi di un rialzo da 50 punti base. Luglio segnerà il primo aumento sul costo del danaro nell'area euro da 11 anni a questa parte.

La Bce ha aggiunto che dopo settembre "in base alla sua attuale valutazione, il Consiglio direttivo prevede che un graduale ma duraturo un percorso di ulteriori aumenti dei tassi di interesse sia appropriato. In linea con l'impegno del Consiglio direttivo a conseguire l'obiettivo del 2% a medio termine, il ritmo di aggiustamento della politica monetaria - dice la Bce - dipenderà dai nuovi dati e da come sarà valutato l'andamento dell'inflazione a medio termine".

Intanto l'istituzione di Francoforte ha confermato i livelli di riferimento: zero sul principale tasso di rifinanziamento, 0,25 sulle operazioni marginali e meno 0,50% per i tassi sui depositi.

Coerentemente con la sequenza operativa che aveva precedentemente delineato, la Bce ha annunciato che metterà fine agli acquisti netti di titoli con il rimanente piano App dal primo luglio 2022. Ha poi ribadito che contro eventuali "frammentazioni dei mercati" (spread) potrà avvalersi della flessibilità nelle operazioni di rinnovo dello stock di titoli accumulato con il Piano Pepp, che andranno avanti almeno fino a fine 2024, senza parò parlare di nuovi strumenti ad hoc. Ora ulteriori spiegazioni sono attese della conferenza stampa della presidente Christine Lagarde, che si terrà alle 14 e 30.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli