Italia markets open in 2 hours 59 minutes

Bce deludente e blocco di Trump mandano al tappeto i mercati globali

Antonio Cardarelli
Bce deludente e blocco di Trump mandano al tappeto i mercati globali

Piazza Affari chiude a -16,6%, in profondo rosso anche le altre Borse europee dopo gli interventi annunciati dalla Bce. Trump non convince Wall Street: gli indici continuano ad accumulare perdite

Una combo arrivata in poche ore ha mandato al tappeto i mercati finanziari già duramente messi alla prova dall’emergenza coronavirus. Dopo la pandemia ufficializzata ieri dall’Organizzazione mondiale della sanità, durante la notte è arrivata la decisione del presidente Donald Trump di bloccare tutti i voli dall’Europa (Gran Bretagna esclusa). Oggi pomeriggio, infine, la Bce ha reso noti gli interventi per contrastare il coronavirus. Interventi che i mercati hanno accolto piuttosto male, con le Borse europee – già in forte calo – che hanno toccato perdite tra il 9 e l’12 per cento.

MILANO PEGGIORE IN EUROPA

Piazza Affari fa registrare la peggiore performance in Europa con l’indice Ftse Mib che chiude a -16,6%, la peggiore chiusura della storia del mercato italiano, dopo essere rimasto, fino al comunicato della Bce, intorno al -7%. Come altri listini del Vecchio Continente, quello italiano ha incrementato le perdite dopo la scelta della Banca centrale europea di non toccare i tassi d’interesse e rilanciare un piano di acquisti aggiuntivi per immettere liquidità sul mercato.

WALL STREET IN TERRITORIO ORSO

Provvedimenti che evidentemente non hanno convinto gli operatori né in Germania (Dax in area -9%) né in Francia (Cac 40 -10%). Listini europei appesantiti anche dal nuovo scivolone di Wall Street, che ovviamente ha poco a che fare con le scelte di Christine Lagarde. A mandare in picchiata gli indici americani – sospesi diverse volte per eccesso di ribasso – sono state le parole di Trump e la paura che il Paese non sia preparato all’esplosione del coronavirus. S&P500, Nasdaq e soprattutto Dow30 sono entrati in territorio Orso – ribasso del 20% rispetto ai recenti picchi – ma per ufficializzare tale condizione bisognerà attendere le prossime sedute.

TRUMP DELUDENTE

Il presidente Usa, durante il suo intervento, non si è soffermato sui provvedimenti tecnici di contrasto al Covid-19, ma ha optato per un blocco dei collegamenti con l’Europa che, vista la presenza conclamata di focolai negli Usa, appare quantomeno tardiva. Inoltre, Trump ha scelto di mantenere i collegamenti con il Regno Unito, altro paese che, come altri in Europa, sta vivendo un’escalation dei contagi. Il timore è che gli altri Paesi occidentali possano rivivere quanto sta accadendo in Italia con qualche settimana di ritardo.

Coronavirus, Bce non taglia i tassi e promette 120 miliardi di acquisti di titoli - News - Financialounge.com

Coronavirus, Bce non taglia i tassi e promette 120 miliardi di acquisti di titoli - News - Financialounge.com

LAGARDE: GROSSO SHOCK ALLE PROSPETTIVE DI CRESCITA

Tornando infine alla giornata dei mercati, l’attenzione in Europa è rimasta concentrata su Christine Lagarde che, in conferenza stampa, ha parlato di un "grosso shock alle prospettive di crescita dell'economia europea e di quell'eurozona e ha aumentato la volatilita' dei mercati" dovuto al coronavirus.

SERVE UN PIANO FISCALE

"Sebbene di natura temporanea, questo shock avrà un impatto significativo sulle attività economiche”, ha detto Lagarde aggiungendo che per contrastare questa “serve un piano fiscale ambizioso e coordinato per sostenere imprese e famiglie" da parte dei governi.