Italia markets close in 4 hours 51 minutes
  • FTSE MIB

    20.822,28
    -139,10 (-0,66%)
     
  • Dow Jones

    29.134,99
    -125,82 (-0,43%)
     
  • Nasdaq

    10.829,50
    +26,58 (+0,25%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • Petrolio

    78,85
    +0,35 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    19.795,05
    -1.501,86 (-7,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    432,54
    -26,60 (-5,79%)
     
  • Oro

    1.634,10
    -2,10 (-0,13%)
     
  • EUR/USD

    0,9574
    -0,0024 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    3.647,29
    -7,75 (-0,21%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.314,70
    -13,95 (-0,42%)
     
  • EUR/GBP

    0,8969
    +0,0031 (+0,34%)
     
  • EUR/CHF

    0,9461
    -0,0053 (-0,56%)
     
  • EUR/CAD

    1,3179
    +0,0009 (+0,07%)
     

Bce, energia ancora principale motore inflazione - Lane

Il capo economista della Bce Philip Lane a Parigi

FRANKFURT (Reuters) - L'aumento dei prezzi dell'energia rimane un "fattore dominante nel trainare l'inflazione" nel blocco, rendendo le importazioni più costose.

Lo ha detto il capo economista della Bce Philip Lane.

"È chiaro che la politica monetaria appropriata per la zona euro debba continuare a tenere conto del fatto che lo shock energetico rimane un fattore dominante nel trainare l'inflazione", ha detto Lane in occasione di una riunione della Bce.

Tuttavia Lane ha ribadito l'impegno della Bce nel continuare ad aumentare i tassi di interesse, aggiungendo che gli incrementi "saranno tanto più consistenti quanto più ampio sarà il divario dal tasso terminale e quanto più saranno connessi i rischi al target di inflazione".

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Gianluca Semeraro)