Italia markets open in 6 hours 24 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.518,72
    +185,20 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,1423
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    37.062,50
    -810,20 (-2,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.018,51
    -7,22 (-0,70%)
     
  • HANG SENG

    24.274,75
    +56,72 (+0,23%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Bce riduce stimolo ma mantiene misure sostegno a zona euro

·2 minuto per la lettura
La presidente della Bce Christine Lagarde durante una conferenza stampa a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) -La Banca centrale europea ha tagliato ulteriormente le misure di stimolo per l'economia della zona euro, ma ha promesso di continuare a fornire sostegno nel 2022, confermando la posizione sull'inflazione e indicando una lenta 'uscita' dalla politica monetaria ultra-accomodante.

Con l'economia della zona euro tornata ai livelli precedenti la pandemia, cresce la pressione perché la Bce segua l'esempio di altri istituti a livello mondiale, ponendo fine alle misure di stimolo.

Tuttavia, i banchieri centrali temono che ritirare troppo rapidamente le misure possa disfare gli sforzi intrapresi per rinvigorire l'inflazione precedentemente anemica, mentre l'emergere della contagiosa variante Omicron minaccia nuovi grattacapi per l'economia, se causerà l'imposizione di nuove restrizioni.

"La diffusione di nuove varianti del coronavirus sta creando incertezze" ha detto Christine Lagarde durante una conferenza stampa, facendo riferimento alle ricadute su settori come quello alberghiero, che risentirebbero negativamente di nuove restrizioni.

Lagarde ha aggiunto che i disagi nella catena d'approvvigionamento globale che sono emersi nel momento in cui la domanda si è impennata, immediatamente dopo il lockdown del 2020, stanno già inibendo la ripresa.

"Questi colli di bottiglia saranno con noi per ancora un certo periodo, ma dovrebbero diminuire nel 2022", ha detto la presidente.

L'istituto ha anche innalzato le proiezioni per l'inflazione e ridotto l'outlook sulla crescita nel 2022. L'inflazione è ora stimata oltre il target di 2% quest'anno e nel 2022, per poi calare sotto la soglia nei due anni successivi, in linea con le posizioni più pessimistiche sul protrarsi dell'attuale 'gobba' dell'inflazione.

La Bce ridurrà gli acquisti di bond attraverso il Pepp da 1.850 miliardi di euro, programma che si chiude a fine marzo come da tempo annunciato.

Tuttavia, l'istituto aumenterà gli acquisti attraverso l'Asset Purchase Programme (App) -- stabilito prima del Pepp, ma con parametri più rigidi -- raddoppiando le dimensioni dello schema a 40 miliardi al mese nel secondo trimestre per poi passare a 30 miliardi nel terzo.

A partire da ottobre 2022, gli acquisti saranno mantenuti a 20 miliardi al mese, per "finché necessario" per rinforzare l'impatto accomodante dei tassi.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Alessia Pé, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)))

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli