Italia Markets closed

Bce, in Italia terza peggior frenata produzione industria eurozona

Voz

Roma, 26 set. (askanews) - L'Italia ha subito la terza più accentuata perdita sulla dinamica di produzione industriale tra Paesi dell'area euro negli ultimi 18 mesi, con 5,5 punti percentuali in meno a giugno 2019 rispetto ai livelli di gennaio 2018. Lo rileva la Banca centrale europea nel suo bollettino economico. "Dopo la brusca diminuzione subita nel 2018 in un contesto di debolezza del commercio mondiale - si legge - la crescita della produzione industriale (al netto delle costruzioni) nell'area dell'euro sul periodo corrispondente ha registrato una lieve ripresa nel 2019, pur rimanendo in territorio negativo".

"Nel periodo tra gennaio 2018 e giugno 2019, il tasso di crescita sul periodo corrispondente della produzione industriale dell'area dell'euro al netto delle costruzioni è sceso, nel complesso, di 6,3 punti percentuali: dal 3,9 per cento al -2,4 per cento. Si tratta - dice la Bce - di un calo di gran lunga più marcato tra quelli registrati nelle principali economie in tale periodo. Tra i principali paesi dell'area dell'euro, le diminuzioni più ingenti sono state osservate in Germania (10,9 punti percentuali), nei Paesi Bassi (5,7 punti percentuali) e in Italia (5,5 punti percentuali). In Francia e in Spagna, nel 2018 la produzione industriale è scesa in linea con gli andamenti di tutti gli altri paesi dell'area dell'euro ma la tendenza negativa si è invertita nel 2019".