Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,30
    +2,47 (+3,87%)
     
  • BTC-EUR

    41.351,67
    +1.034,12 (+2,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    985,11
    +41,94 (+4,45%)
     
  • Oro

    1.696,50
    -4,20 (-0,25%)
     
  • EUR/USD

    1,1920
    -0,0059 (-0,49%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8608
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,1095
    -0,0026 (-0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5082
    -0,0080 (-0,52%)
     

Bce, Lagarde: 'fiducia in vaccini, ma per immunità di gregge ci vorrà tempo. Incertezza anche su durata lockdown'

Laura Naka Antonelli
·1 minuto per la lettura

Nella conferenza stampa successiva all'annuncio sui tassi da parte della Bce, la presidente della banca centrale Christine Lagarde ha detto di avere fiducia nella risoluzione dei problemi provocati dalla pandemia, "grazie al lancio delle vaccinazioni", avvertendo tuttavia che "per l'immunità di gregge ci vorrà tempo" e che c'è molta incertezza sullo sviluppo della situazione e sulla durata delle misure di lockdown reintrodotte in diversi paesi. "Le vaccinazioni vanno avanti in modo molto graduale", ha aggiunto Lagarde. Oggi la Bce ha annunciato che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%. In particolare, il Consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della Bce si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finché non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà in maniera coerente nelle dinamiche dell'inflazione di fondo. Proseguiranno inoltre gli acquisti nell'ambito del Programma di acquisto per l'emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, PEPP) con una dotazione finanziaria totale di 1.850 miliardi di euro". Francoforte ha precisato tuttavia anche che, "se le condizioni di finanziamento favorevoli possono essere mantenute mediante flussi di acquisti di attività che non esauriscano la dotazione nell'orizzonte degli acquisti netti del PEPP, non sarà necessario utilizzare appieno la dotazione. Allo stesso modo, la dotazione può essere ricalibrata, se richiesto, per preservare condizioni di finanziamento favorevoli che contribuiscano a contrastare lo shock negativo della pandemia sul profilo dell'inflazione".