Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.143,19
    -156,14 (-0,46%)
     
  • Nasdaq

    14.068,92
    -3,93 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,2024
    -0,0109 (-0,90%)
     
  • BTC-EUR

    32.401,61
    -1.561,92 (-4,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    966,67
    -25,80 (-2,60%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • S&P 500

    4.236,95
    -9,64 (-0,23%)
     

Bce lascia tassi fermi e conferma dotazione Pepp

·1 minuto per la lettura

Nessuna sorpresa dal meeting di giugno della Bce. L'istituto centrale, come da attese, ha lasciato i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%. Il Consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della BCE si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finché non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà in maniera coerente nelle dinamiche dell’inflazione di fondo. Conferma anche la dotazione complessiva nell’ambito del PEPP, il Programma di acquisto per l’emergenza, che a fine 2020 era stata innalzata a 1.850 miliardi di euro. Gli acquisti andranno avanti almeno fino a marzo 2022 "e, in ogni caso, finché non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus". L’attenzione ora è rivolta al tono che verrà utilizzato da Christine Lagarde, presidente della Bce, nella conferenza stampa in programma alle 14:30.