Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.840,36
    -139,33 (-0,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Bce ha margine per altri aumenti tassi ma meglio procedere con cautela - De Cos

Il logo della Banca centrale europea (Bce) a Francoforte

MADRID (Reuters) - La Banca centrale europea ha ancora un po' di strada da fare nell'inasprimento della politica monetaria, ma dovrebbe procedere con cautela e calcolare con una maggiore probabilità l'eventualità di una recessione.

Lo ha affermato il banchiere centrale Pablo Hernandez de Cos.

"Dato l'elevato grado di incertezza delle prospettive economiche e dell'inflazione, il livello specifico che i tassi di interesse dovranno raggiungere per essere coerenti con questo obiettivo è incerto, poiché dipende interamente dai dati e può cambiare nel tempo", ha detto De Cos a un evento finanziario a Madrid.

La Bce ha aumentato i tassi al ritmo più rapido mai registrato, con un incremento complessivo di 200 punti base all'1,5% in soli tre mesi. Nonostante la rapidità degli aumenti, i mercati si aspettano che la banca aumenti ulteriormente i tassi per domare la diffusa inflazione elevata.

De Cos ha aggiunto che l'impennata dell'inflazione si sta dimostrando molto persistente, si è anche allargata e sta causando una rapida perdita di potere d'acquisto e un deterioramento della fiducia dei consumatori nella zona euro.

"Sia le famiglie che le imprese si trovano ad affrontare un contesto di grande incertezza a causa delle conseguenze della guerra in Ucraina e, in particolare, della crisi energetica", ha detto De Cos.

Il governatore della Banca di Spagna ha anche affermato che la riduzione del bilancio nella zona euro dovrebbe essere "molto graduale e prevedibile".

"È inoltre essenziale che le riduzioni di bilancio lascino spazio ad azioni per contrastare la frammentazione, se dovesse ricomparire, sia attraverso la flessibilità nei reinvestimenti del Pepp sia attraverso l'attivazione del Tpi, qualora ciò si rivelasse giustificato e necessario", ha detto il banchiere centrale.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Francesca Piscioneri)