Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.481,50
    +719,34 (+1,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8544
    +0,0050 (+0,59%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Bce non può lasciare spazio valute digitali a settore privato - Panetta

·1 minuto per la lettura
Fabio Panetta nel suo ufficio a Roma

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea deve emettere un euro digitale, poiché lasciare lo spazio completamente nelle mani di iniziative del settore privato, come gli stablecoin, potrebbe mettere a repentaglio la stabilità finanziaria e indebolire il ruolo della banca centrale.

Lo ha detto l'esponente del comitato esecutivo Bce Fabio Panetta.

Francoforte sta lavorando alla creazione di una valuta digitale per il cui lancio potrebbero essere necessari fino a cinque anni.

"Come il francobollo ha perso gran parte della propria utilità con l'arrivo di Internet e dell'email, anche il contante potrebbe perdere la propria rilevanza in un'economia che è sempre più digitale", ha detto Panetta.

"Se questo scenario dovesse materializzarsi, indebolirebbe il valore della valuta emessa dalla banca centrale come riferimento monetario".

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sara Rossi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli