Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.451,55
    -358,60 (-1,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Bce, piano acquisto obbligazioni non porrà condizioni rigide - fonti

La sede della Bce a Francoforte

MILANO (Reuters) - È probabile che la Banca centrale europea decida di non porre condizioni rigide al prossimo piano di acquisto di obbligazioni per gli Stati più indebitati della zona euro, nel tentativo di ottenerne il sostegno, secondo quanto riferito a Reuters da alcune fonti.

Nella giornata di ieri la Bce è intervenuta per arginare il crollo dei mercati obbligazionari, con l'annuncio di un nuovo piano di acquisto di obbligazioni, volto a combattere la cosiddetta "frammentazione", ossia l'incremento del differenziale tra i rendimenti pagati dalla Germania e quelli dei paesi con un rating inferiore, come l'Italia.

Il personale Bce sta ancora definendo i dettagli del piano.

Fonti vicine alla questione hanno riferito che il piano sarà probabilmente soggetto a condizioni, come ad esempio il rispetto delle raccomandazioni economiche della Commissiona europea da parte degli Stati beneficiari.

Annualmente infatti la Commissione pubblica delle raccomandazioni, che solitamente riguardano le questioni strutturali di uno Stato, quali il mercato del lavoro e il sistema pensionistico.

Secondo le fonti la Bce spiegherà che l'obiettivo del piano è semplicemente quello di mantenere i differenziali in linea con i fondamentali economici e non di portarli quasi a zero come prima della crisi del debito sovrano dello scorso decennio.

Questo obiettivo sarà raggiunto probabilmente tramite alcuni parametri quantitativi, quali gli spread storici, che potrebbero confluire in un sistema di "semafori" per istruire il personale su quali obbligazioni acquistare e con quale frequenza, hanno spiegato le fonti.

Le fonti hanno chiesto di rimanere anonime, vista la natura riservata delle discussioni.

Un portavoce della Bce non ha commentato sull'argomento.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli