Italia markets open in 7 hours 30 minutes
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.694,66
    -58,71 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1308
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    50.015,27
    -825,67 (-1,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.438,31
    -0,58 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    23.788,93
    +130,01 (+0,55%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     

Bce vede rischio crescente esplosione bolla immobiliare

·2 minuto per la lettura
Lo skyline con il distretto bancario e la sede della Banca centrale europea a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - Il mercato immobiliare della zona euro si sta surriscaldando, incrementando le possibilità di una correzione sia nel segmento residenziale che in quello commerciale, secondo lo stability report pubblicato oggi dalla Banca centrale europea

Con le famiglie che hanno accumulato risparmi nel corso della quarantena e con un numero crescente di persone che lavorano da casa, la domanda di abitazioni di proprietà è in crescita, portando ad un aumento dei prezzi di oltre il 7% ai massimi dal 2005.

"I rischi di una correzione dei prezzi a medio termine sono aumentati sostanzialmente, viste le stime crescenti di una supervalutazione dei prezzi delle case" si legge nel report semestrale della Bce.

L'edilizia non riesce a tenere il passo con la domanda, e il mercato residenziale si sta rivelando particolarmente caldo in paesi come la Germania, la Francia e l'Olanda.

"Malgrado la ripresa dell'edilizia a scopo residenziale, le carenze di manodopera, i colli di bottiglia alle forniture e l'aumento dei costi di produzione stanno pesando sulla capacità del settore di aumentare l'offerta di abitazione, il che spinge in alto i prezzi delle case", secondo la Bce.

Mentre il settore dell'edilizia commerciale ad alto valore è in ripresa, l'outlook è "particolarmente scadente" per l'edilizia commerciale di minore qualità, con il lavoro da remoto, i timori legati alla situazione sanitaria e la corsa a proprietà più verdi che incanalano la domanda verso il segmento ad alto valore.

Una nota positiva aggiunta dalla Bce spiega che il rischio di un aumento delle bancarotte delle aziende, un timore diffuso lo scorso anno, si è allentato, nonostante alcune misure di supporto governativo siano state rimosse.

"In media, i default delle aziende sono meno di quello che prospettavano le previsioni più ottimistiche all'inizio della pandemia, mentre il tasso di insolvenza rimane del 15% inferiore ai livelli prepandemici", dice la Bce.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli