Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.201,99
    -11,69 (-0,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Bce, Visco: rialzo tassi deve proseguire, attenzione a effetti

Esterno dell'edificio della Banca centrale europea (Bce) a Francoforte

ROME (Reuters) - Il rialzo dei tassi da parte della Bce dovra' proseguire per attenuare il rischio che persista un'elevata inflazione.

Intervenendo alla Giornata mondiale del risparmio, il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco dice infatti chenon si devono avere dubbi sulla direzione intrapresa, né sul fatto che il livello dei tassi "non sia ancora coerente con il conseguimento dell'obiettivo di un'inflazione al 2% nel medio periodo".

Visco aggiunge tuttavia che il ritmo di incremento dei tassi e il loro punto di arrivo non possono essere predeterminati sulla base di proiezioni o scenari precostituiti, che in questa fase hanno una natura puramente indicativa.

"L'elevata incertezza richiede di procedere in modo graduale, valutando con attenzione l'adeguatezza dell'orientamento monetario sulla base delle evidenze che si renderanno via via disponibili".

Non va comunque sottovalutato il pericolo che il deterioramento delle prospettive economiche si riveli peggiore del previsto, rendendo sproporzionato un passo eccessivamente rapido nella normalizzazione dei tassi ufficiali, prosegue Visco.

"Si tratta di un rischio di cui il consiglio dovrà tenere conto nei prossimi mesi, al pari di quello di lasciare che l'inflazione resti eccessivamente alta per troppo tempo".

(Giuseppe Fonte, editing Stefano Bernabei)