Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.825,19
    +566,87 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    15.050,35
    +153,50 (+1,03%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1748
    +0,0052 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    37.497,42
    +405,48 (+1,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.103,97
    -4,95 (-0,45%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.457,29
    +61,65 (+1,40%)
     

Benzina: salgono i prezzi alla pompa. Codacons: mai così alti da ottobre

·1 minuto per la lettura

Il Codacons lancia l’allarme circa le speculazioni legate alle vacanze degli italiani, e smentiscono quelle associazioni che, nei giorni scorsi, avevano rassicurato circa l’andamento dei prezzi di benzina e gasolio durante l’esodo estivo. “Ancora una volta si confermano gli aumenti dei prezzi dei carburanti in concomitanza con le partenze degli italiani – denuncia il presidente Carlo Rienzi – In base al monitoraggio settimanale del Mise, infatti, in occasione del controesodo estivo la benzina ha raggiunto il record di 1,655 euro al litro, mentre il gasolio è arrivato a 1,504 euro/litro”. “Prezzi così alti non si vedevano da ottobre 2018, e la benzina costa oggi il 18,4% in più rispetto allo stesso periodo del 2020, +17,4% il gasolio – prosegue Rienzi – Questo significa che per un pieno di verde si spendono oggi addirittura 12,85 euro in più rispetto allo scorso anno, +11,1 euro un pieno di diesel”. Rincari che, in base alle stime del Codacons, producono una stangata su base annua, solo per la voce rifornimenti, pari a +308 euro a famiglia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli