Italia markets open in 7 hours 28 minutes
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.649,72
    -103,65 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,1306
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    50.135,77
    -805,13 (-1,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.442,04
    +3,16 (+0,22%)
     
  • HANG SENG

    23.788,93
    +130,01 (+0,55%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     

Bibanca, nel terzo trimestre utile netto di 16,5 mln (+63%)

·3 minuto per la lettura

Bibanca chiude il terzo trimestre con un utile netto pari a 16,5 milioni di euro, migliorando di oltre il 63% il risultato dello stesso periodo del 2020 (10,1 milioni). E' quanto si legge in una nota di Bibanca dopo l'approvazione del Bilancio trimestrale al 30 settembre di Bibanca. Le erogazioni di finanziamenti raggiungono i 637 milioni, in aumento del 61,6% rispetto ai primi nove mesi del 2020, portando lo stock di crediti alla clientela a 1,75 miliardi (+26,1% rispetto al 30 settembre 2020). Il margine di interesse e quello di intermediazione migliorano rispetto al 2020 toccando rispettivamente i 42,2 milioni (+15,2%) e i 68,3 milioni (+36,7%).

I costi operativi si attestano a 38,9 milioni, in crescita del 26,6% anche per effetto dell’incremento delle spese del personale dovute alla campagna di recruiting messa in atto dalla Banca da gennaio e che ha portato all’assunzione di circa 40 persone, oltre ai costi di integrazione ‘one-off’ delle filiali Ex Ubi e Intesa San Paolo acquisite dal Gruppo Bper nell’ambito del progetto Gemini. L’utile lordo si attesta a 25,8 milioni ed evidenzia una crescita del 72,8% rispetto al risultato dei primi nove mesi dello scorso anno.

Contenuto il rapporto delle sofferenze lorde sugli impieghi totali che si ferma a 0,62%, in linea con il dato dello scorso anno. In miglioramento il rapporto tra il totale dei crediti deteriorati lordi e gli impieghi lordi (NPE gross ratio) pari al 2,49% (era 3,06% al 30 settembre 2020 e 3,44% al 31 dicembre 2020). La copertura degli Npe si incrementa passando dal 38,0% di settembre 2020 al 42,0% attuale. Estremamente contenuta l’incidenza attuale delle moratorie sui prestiti personali che si ferma allo 0,13% sul totale dello stock impieghi del prodotto al 30 settembre 2021. Il costo del credito cala allo 0,20% (era 0,31% nei primi nove mesi dello scorso anno). Il patrimonio netto supera infine i 305 milioni di Euro.

"Quando nel 2016 la Banca di Sassari - commenta Diego Rossi, Direttore Generale di Bibanca - ha ceduto le filiali, abbiamo ricostruito il nostro business abbracciando i principi del credito responsabile e sostenibile anche per cercare di preservare i nostri clienti dalle crisi da sovra indebitamento".

Questo approccio, rileva, "ha fatto sì che oggi Bibanca sia pronta ad affrontare la sfida che il mercato le pone. Abbiamo calato principi come responsabiltà, trasparenza, Esg (Environmental, Social and Governance) nell’operatività quotidiana: le nostre carte sono fatte in pvc riciclato, il parco auto entro la fine del 2021 sarà per il 60% full electric, la sede della Direzione Generale a Sassari è alimentata da un impianto di 168 pannelli solari con un consumo del 100% dell’energia prodotta, i nostri agenti in attività finanziaria condividono le politiche di credito orientate alla prudenza e alla tutela del cliente, non ultimo, in Bibanca, il 60% dei capi è donna. Siamo orgogliosi dell’impegno con cui hanno lavorato le persone di Bibanca, questa trimestrale conferma che essere parte di un Gruppo bancario solido e lavorare con responsabilità conduce a importanti e soddisfacenti risultati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli