Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.304,38
    +262,79 (+1,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Biden verso la Casa Bianca, Wall Street in rialzo con l’indice S&P 500 a quota 3.500

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
Biden verso la Casa Bianca, Wall Street in rialzo con l’indice S&P 500 a quota 3.500
Biden verso la Casa Bianca, Wall Street in rialzo con l’indice S&P 500 a quota 3.500

Continua il rally elettorale con una nuova apertura positiva per la Borsa di New York: il nuovo presidente potrebbe essere proclamato oggi. In verde anche le Borse europee

La Borsa di New York apre in deciso rialzo, in scia ai forti guadagni di ieri. Gli investitori sono praticamente certi della vittoria di Biden, e apprezzano il successo dei repubblicani in Senato, perché di fatto impedirebbe a Joe Biden di imporre un aumento della tassazione fiscale. In apertura della contrattazioni a Wall Street, il Dow Jones segna +1,65%, lo S&P 500 +1,84%, sfondando la barriera dei 3.500 punti, in forte rialzo anche il Nasdaq (+2,19%).

BIDEN SEMPRE PIÙ VICINO ALLA VITTORIA

La proclamazione di un vincitore sembra davvero vicina oggi, con Joe Biden che ha vinto in Michigan e Wisconsin e adesso si trova ad un passo dal raggiungimento della quota 270 grandi elettori, quella che serve per entrare alla Casa Bianca. Al candidato democratico basterà vincere in Nevada, dove si trova in vantaggio, senza considerare i risultati di Donald Trump in North Carolina, Georgia e Pennsylvania.

TITOLI TECH IN CRESCITA

La prospettiva di una presidenza democratica con il Senato a maggioranza repubblicana piace ai mercati perché con questa combinazione sarebbe più difficile ridurre il potere delle big tech Usa che, infatti, sono tornate ad accelerare. Facebook guadagna lo 0,7%, Apple è in crescita dell’1,3%, Amazon dell’1,6% e Netflix sale dell’1,8%, dopo i guadagni messi a segno nella giornata di ieri.

BORSE UE PROSEGUONO IN VERDE

Le Borse europee si avviano a chiudere un’altra giornata di guadagni, facendo segnare netti rialzi. A Milano il Ftse Mib viaggia a+1,90%, a Francoforte il Dax segna +1,85%, a Parigi il Cac 40 cresce dell’1,30% e a Madrid l’indice Ibex 35 mette a segno un +2.05%. A Piazza Affari vola Tenaris (+12%) dopo l’annuncio a sorpresa della distribuzione del dividendo.