Italia Markets closed

**Birra: nel 2020 persi 1,6 mld e 21 mila posti di lavoro**

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il valore condiviso creato dalla filiera della birra in Italia nel 2019 ha sfiorato i 10 miliardi di euro, confermandosi filiera strategica della nostra economia per ricchezza e occupazione generate. L’effetto devastante della pandemia però nel 2020, in appena 6 mesi, ha fatto perdere 1,6 miliardi di valore condiviso e circa 21.000 posti di lavoro lungo l’intera filiera, soprattutto nel fuori casa. Riduzione delle accise e sostegno all’Horeca sono le proposte del settore della birra, che non vuole rinunciare a proporsi come pilastro per affrontare la crisi dell’out of home.

I dati, che fotografano l’andamento del settore nel 2019 e nei primi 6 mesi del 2020, evidenziando un “prima” e un “dopo” Covid-19, sono stati diffusi dall’Osservatorio Birra con la presentazione del 4° Rapporto “La creazione di valore condiviso del settore della birra in Italia”, realizzato da Althesys.

Per calcolare il valore condiviso, lo studio ha analizzato tutte le fasi della filiera della birra (approvvigionamento materie prime, produzione, logistica, distribuzione e vendita), considerando gli effetti diretti (valore aggiunto, contribuzione fiscale, occupazione, ecc.) delle attività dell’industria birraria italiana, quelli indiretti e indotti, le ricadute degli investimenti pubblici.