Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.657,90
    -61,53 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.732,81
    +45,89 (+0,29%)
     
  • Nikkei 225

    28.860,62
    +405,02 (+1,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1349
    +0,0077 (+0,68%)
     
  • BTC-EUR

    44.270,78
    -1.121,30 (-2,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.308,57
    +3,46 (+0,26%)
     
  • HANG SENG

    23.996,87
    +13,21 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.688,98
    +2,23 (+0,05%)
     

Bitcoin balza di quasi 3.000 $ ai nuovi record dopo fiammata inflazione USA

·1 minuto per la lettura

Nuovi record per il bitcoin in scia al nuovo aumento delle pressioni inflattive. Il prezzo della criptovaluta si è spinto fino a 68.990 dollari, ai nuovi massimi assoluti. Subito dopo la diffusione del dato sull'inflazione Usa, schizzata ai massimi dal 1990, il bitcoin ha guadagnato circa 3.000 $, con gli investitori che stano acquistando gli asset percepiti come riserva di valore come bitcoin, oro (+1,5% a 1. 857 $) e argento (+3,57% a 25,163 $). Il bitcoin ha segnato oltre +40% da ottobre e secondo gli analisti di JP Morgan il rally è stato dettato principalmente dalle crescenti aspettative di inflazione e all'attrattiva del bitcoin come copertura contro l'aumento dei prezzi. L'inflazione Usa a ottobre è balzata dello 0,9% su base mensile, più del rialzo dello 0,6% atteso dal consensus degli analisti, schizzando del 6,2% su base annua, molto oltre il +5,8% previsto e il +5,4% di settembre. Si tratta del livello pià alto dal 1990. L'inflazione core, ovvero l'inflazione depurata dalle componenti più volatili rappresentate dai prezzi energetici e alimentari, è aumentata dello 0,6%, rispetto al +0,4% stimato e dopo il +0,2% di settembre. Su base annua, il trend è stato di un rialzo del 4,6%, rispetto al +4,3% atteso, contro il +4% di settembre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli