Italia markets close in 7 hours 30 minutes
  • FTSE MIB

    26.889,55
    -81,40 (-0,30%)
     
  • Dow Jones

    35.756,88
    +15,73 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    15.235,71
    +9,01 (+0,06%)
     
  • Nikkei 225

    29.098,24
    -7,77 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    83,34
    -1,31 (-1,55%)
     
  • BTC-EUR

    51.676,63
    -2.543,54 (-4,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.454,24
    -50,91 (-3,38%)
     
  • Oro

    1.788,00
    -5,40 (-0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,1609
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.574,79
    +8,31 (+0,18%)
     
  • HANG SENG

    25.621,43
    -416,84 (-1,60%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.220,07
    -3,90 (-0,09%)
     
  • EUR/GBP

    0,8441
    +0,0020 (+0,24%)
     
  • EUR/CHF

    1,0651
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4391
    +0,0025 (+0,17%)
     

Bitcoin Cash (BCH): I Supporti che Mantengono Attive le Proiezioni Rialziste

·2 minuto per la lettura

L’emergere di un canale ascendente sul grafico a 4 ore del Bitcoin Cash ha evidenziato un forte trend rialzista di breve periodo, sfruttando il quale l’altcoin ha rovesciato alcuni importanti massimali di prezzo. Al momento in cui scriviamo BCH sta sfidando l’importantissimo livello di Fibonacci del 38,2% dai massimi, coincidente con la resistenza di quota $ 597-600. Allo stato attuale pare ci si debba comunque aspettare un leggero ritracciamento prima che i prezzi riescano ad oltrepassare la resistenza.

Prezzi su livelli-chiave per il breve periodo

I dubbi sullo slancio a breve di Bitcoin Cash derivano in gran parte dalla lettura dello stato degli oscillatori tecnici su grafici intraday. In base a quanto riporta in un suo articolo di oggi Saif Naqvi, analista per Ambcrypto, è presente una situazione di ipercomprato a livello di forza relativa dei prezzi (RSI). Oltre a questo dobbiamo considerare l’attuale posizione della media mobile a 200 periodi, che transita sempre in zona $ 595-600 in funzione di resistenza.

Gli ultimi 7 giorni hanno visto BCH salire del 33% in un contesto di fondo positivo che perdura dal raggiungimento dei minimi dello scorso 23 maggio a $ 470. Il rialzo da maggio aveva consentito ai prezzi di raggiungere massimi sopra gli $ 800 e, successivamente, di ritestare per ben quattro volte (12 agosto, 25 agosto, 7 settembre e 13 settembre) l’area dei $ 595/600 che fungeva da supporto. Adesso che tale area è stata forata al ribasso e si pone come resistenza, Naqvi teme che possa costituire un osso duro da rodere. Rimanendo su grafici intraday a scansione di 4 ore, il mancato superamento di quota $ 600, che deve essere confermato da almeno la chiusura di una barra, aprirebbe la strada ad un leggero ritracciamento, innescando prese di beneficio da parte degli operatori rialzisti.

Attenzione all’ipercomprato sulla resistenza

In particolare, il primo supporto sarebbe localizzabile in questo momento a $ 585 ed il livello immediatamente inferiore a $ 560/565. Naqvi si aspetta una pronta risposta dei compratori all’eventuale test dei supporti. Solo in caso di cedimento di $ 548 avremmo l’interruzione del movimento rialzista, con ripercussioni in prima battuta a $ 520. Fondamentale è mantenere monitorato in questa fase l’RSI: secondo Naqvi è imprescindibile che tale indicatore si debba mantenere sopra alla linea dei 50 per alimentare le prossime tappe del rialzo fin dal brevissimo periodo, proiettando un target a $ 637-640.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli