Italia Markets closed

Bitwise: Consulenti finanziari consigliano crypto asset ai loro clienti

Fabio Carbone

Secondo una ricerca condotta da Bitwise Investments e condivisa con The Block Crypto, un numero crescente di consulenti finanziari propongono ai propri clienti di aggiungere crypto asset ai propri portafogli finanziari.

Secondo quanto riportato da The Block, nel mese di dicembre 2019 Bitwise ha condotto una ricerca su un campione di “oltre 400 consulenti finanziari”, e, anche se solo il 6% di questi hanno dichiarato di gestire portafogli di clienti che includono crypto asset, un ulteriore 7% ha intenzione di proporre l’integrazione di criptovalute nel portfolio dei propri clienti e un ulteriore 6% probabilmente lo farà.

Sono ovviamente piccole percentuali, ma indicano che nell’ambito della composizione dei portafogli finanziari, le criptomonete sono entrate, seppur marginalmente.

Lo stesso sondaggio di Bitwise, evidenzia che il 54% dei consulenti finanziari ha consigliato l’introduzione dei crypto asset nei portafogli per la bassa correlazione tra il ritorno su questi asset e il ritorno sugli asset tradizionali. I crypto asset verrebbero aggiunti ai portafogli finanziari, quindi, come bilanciamento in caso di mancati guadagni in altri comparti ‘tradizionali’ in cui l’investitore ha collocato i propri fondi.

I clienti sono interessati ai crypto asset

I consulenti finanziari hanno verificato che i propri clienti sono interessati ai crypto asset, tanto che il 76% dei consulenti intervistati dichiara di aver ricevuto domande sull’argomento nel 2019.

Non solo, il 72% dei consulenti finanziari ha il sospetto che i propri clienti abbiano già investito in criptovalute personalmente e in autonomia.

Il prezzo del bitcoin secondo i consulenti finanziari

Sempre dal sondaggio di Bitwise, si apprende che il 64% dei consulenti finanziari crede che il prezzo del bitcoin salirà nei prossimi cinque anni.

Per il 2020 Bloomberg prevede che il prezzo resterà stabile in una forchetta compresa tra i 6 mila dollari ed i 10 mila dollari. Un valore abbastanza stabile se si considera l’estrema volatilità delle criptovalute. Ricordiamo che nel 2019 il picco di prezzo ha sfiorato i 13 mila USD nel mese di giugno.

Bitwise Investments ritira la sua proposta di ETF

Restando in argomento, Bitwise Investments ha deciso di ritirare la sua proposta di istituire un bitcoin ETF, avanzata allo US SEC in precedenza.

La comunicazione della società di gestione degli investimenti è stata inviata allo US Securities and Exchange Commission, con la seguente motivazione:

“In linea con l’interesse pubblico e la protezione degli investitori”.

Non un ritiro assoluto, ma una mossa strategica fa sapere Matt Hougan GHR di Bitwise a The Block, per ripresentare una proposta più robusta in un momento più appropriato.

Come dire, sappiamo che le autorità statunitensi non approverebbero in questo momento la nostra richiesta di istituire un bitcoin ETF, ed è quindi meglio non farsela bocciare ma ripresentarla quando i tempi saranno più maturi.

Ricordiamo che lo US SEC di proposte di bitcoin ETF ne ha bocciate a dozzine negli ultimi tre anni.

Le opzioni sui Bitcoin Future

Nel frattempo il 13 gennaio CME Group ha lanciato il suo nuovo strumento finanziario derivato, le opzioni sui bitcoin future. Anche in questo caso pende l’approvazione da parte delle Autorità statunitensi, ma intanto CME Group ha deciso di avviare il trading e di non attendere che le autorità finanziarie statunitensi comprendano il cambiamento in corso.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: