Italia Markets closed

Black Friday o Cyber monday, Stati Uniti divisi tra marciapiede e rete

Rita Lofano
·3 minuto per la lettura

AGI - Black Friday o Cyber Monday? L'America è divisa non solo in politica ma anche nello shopping: tra il marciapiede e la rete. Alcune grandi catene commerciali come Walmart, Best Buy, Kohl's e Macy's oggi hanno aperto i battenti alle 5 mentre altre come Target o Game Stop alle 7. Ma con il coronavirus non si vedono le tradizionali code chilometriche davanti ai negozi o le corse pazze per assicurarsi l'affare dell'anno. Mascherine e controllo della temperatura sono obbligatori quasi ovunque. Da Best Buy, catena di elettronica, si puo' anche aspettare in auto mentre un addetto ti guida nelle ricerche digitali dei prodotti desiderati che puoi acquistare senza lasciare la vettura. Eppure chi si aspettava il deserto, con acquisti esclusivamente via internet, ha fatto male i conti. A Houston, in Texas, molti giovani hanno passato la notte accampati davanti a Game Stop per assicurarsi la nuova PlayStation 5 della Sony o l'Xbox Series X System perche' sul web sono andati esauriti da tempo. "E' dal 12 novembre, dal giorno del lancio della nuova console, che provo a comprarla on line, e' praticamente impossibile", spiega all'Agi Chris, 20 anni, cappellino da baseball e scarpe Ultra Boost griffate.

<>

Anche da Macy's, alla Galleria di Houston, c'e parecchia gente, ma quello che manca sono le speciali promozioni perche' i rivenditori hanno fatto scattare i saldi gia' dall'inizio del mese. La National Retail Federation (Nrf) prevede una crescita delle vendite natalizie compresa tra il 3,6% e il 5,2% quest'anno rispetto al 2019, pari ad un ammontare tra i 755,3 e 766,7 miliardi di dollari, a fronte di un incremento medio del 2,5% negli ultimi 5 anni. Piu' caute le proiezioni di Deloitte che anticipa un incremento delle vendite natalizie compreso tra l'1% e l'1,5% nel 2020, con un boom del giro d'affari on line atteso tra 182 e 196 miliardi di dollari.

Un assaggio di questo trend si e' avuto gia' ieri, Giorno del Ringraziamento, con vendite via internet da record pari a 1,5 miliardi di dollari, ovvero +21,5% rispetto al 2019, secondo i calcoli di Adobe Analytics. Sempre stando ad Adobe, poco piu' del 50% degli americani fara' shopping on line oggi e il fatturato complessivo previsto, tra rete e marciapiede, superera' i 10 miliardi di dollari nel giorno del Black Friday, cioe' a dire il 39% in piu' rispetto allo scorso anno. Per l'International Council of Shopping Centers (Icsc), a guidare gli acquisti quest'anno nel weekend del Thanksgiving non sono i saldi ma le precauzioni assunte contro il Covid. L'Icsc prevede che il 72% degli americani fara' shopping nel giorno del Black Friday, piu' o meno la stessa percentuale dello scorso anno mentre il 73% fara' shopping il Cyber Monday, lunedi' 30 novembre.

Per Deloitte, il 61% degli americani fara' acquisti sulla rete e il solo il 54% si avventurera' oggi nei negozi. La stessa societa' di ricerca scommette sul Cyber Monday come giorno dello shopping nazionale in America nel 2020 con un acquisti per 12,2 miliardi di dollari, cioe' a dire il 35% in piu' rispetto al 2019.