Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.095,00
    +29,95 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,77 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,19 (+1,27%)
     
  • Petrolio

    110,35
    +0,46 (+0,42%)
     
  • BTC-EUR

    27.820,71
    -232,04 (-0,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,34
    -23,03 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.845,10
    +3,90 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0562
    -0,0026 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,56 (+2,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.657,03
    +16,48 (+0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8442
    -0,0039 (-0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,0288
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,3556
    -0,0013 (-0,09%)
     

Bmw, a Misano la nuova Serie 2 Coupé e M3 e M4 Competition xDrive

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 20 apr. (askanews) - In occasione dei 50 anni del brand M, Bmw presenta sul circuito di Misano la nuova Serie 2 Coupé a trazione posteriore e le versioni integrali xDrive delle M3 e M4 Competition. La Serie 2 Coupé ha un design completamente rinnovato, con una parte anteriore più lunga (+10cm, 4,537m la lunghezza totale) e una posizione di guida arretrata per alloggiare motori a 4 e 6 cilindri in linea, un'altezza da terra ridotta (-21mm) e una carreggiata più larga (+6cm). Il risultato è un baricentro più basso e una distribuzione ottimale dei pesi fra assale anteriore e posteriore (50/50), a vantaggio della dinamica di guida. La vettura è prodotta in Messico sulla piattaforma modulare Clar, la stessa della Serie 3 e 4.

La parte anteriore della nuova Serie 2 Coupé è caratterizzata da fari singoli full led di serie e dal doppio rene orizzontale, a differenza dei modelli più recenti che hanno il doppio rene grande e in verticale. Le fiancate sono affilate e muscolose, mentre la parte posteriore è caratterizzata da fari compatti con effetto 3D, doppio terminale di scarico e un piccolo spoiler.

Tre le versioni già ordinabili, tutte con cambio automatico steptronic a 8 rapporti. Il top di gamma è la M240i xDrive da 373 CV (500 Nm di coppia) con motore 6 cilindri 3.0 turbo per uno 0-100 in 4,5 secondi, differenziale autobloccante e ripartizione di coppia elettronica (non regolabile a differenza delle M3 e M4). L'erogazione è progressiva e consistente e spinge fino ai 250 km/h, mentre dal punto di vista dinamico, la vettura conferma l'ottimo bilanciato e la facilità di guida sia nelle curve lente che nelle veloci in appoggio. L'altro propulsore a benzina è il 4 cilindri 2.0 turbo che equipaggia la 220i (184 CV) e la 230i (245 CV), attesa in estate. La versione diesel 220d invece monta il 4 cilindri 2.0 da 190 CV in versione mild hybrid a 48V, abbinato a un motore elettrico da 11 CV. Anche in questo caso, pur con potenze diverse, la vettura permette di divertirsi e si percepisce ancora più chiaramente la qualità del progetto. In futuro è prevista anche la versione M2. I prezzi partono da 43mila euro, fino ai 60mila circa del top di gamma. La nuova Serie 2 Coupé, nelle versioni M240i xDrive e 220d, farà anche parte della flotta dei corsi di guida Bmw Driving Experience.

In attesa delle versione Touring (station wagon) della M3, le Bmw M3 e M4 Competition (motore 3.0 6 cilindri biturbo da 510 CV), si presentano, invece, per la prima volta in versione integrale xDrive, rivisitata dalla divisione Motorsport. La ripartizione di coppia, sempre sbilanciata sul posteriore per esaltare la sportività della vettura, è regolabile in base alle modalità di guida: si passa da un 40/60 a un 20/80 fino alla trazione solo posteriore con la disattivazione di tutti i controlli, ideale per il drifting. Il risultato è una vettura incollata alla strada e ancora più divertente da guidare. L'inserimento in curva nella modalità 20/80 è molto preciso, anche entrando a velocità elevate, mentre in uscita la vettura si scompone meno e trasmette meglio la potenza a terra. Impressioni che si misurano anche nell'accelerazione inferiore di quasi mezzo secondo (0-100, in 3,5 secondi per entrambi) rispetto alla versione solo posteriore (-0,7 sec per la M3), nonostante un aumento di peso di circa 50 kg per circa 1.800 kg. Il prezzo per le versioni integrali invece sale di circa 5mila euro: si parte da 106.900 per la M3 Competition xDrive e 107.500 per la M4 Competition xDrive.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli