Italia markets closed

Bnp Paribas, utili 2019 +4,7%, margini +4,9%, Cet1 sale a 12,1% -2-

Red/Voz

Roma, 5 feb. (askanews) - Alla fine del 2019, Bnp Paribas ha riaffermato il proprio obiettivo di imporsi come leader mondiale della finanza sostenibile, con una politica ambiziosa di impegno nella società civile. Secondo la banca il 2020 sarà caratterizzato da un contesto di tassi più bassi del previsto, che avrà un impatto sui prodotti a tasso d'interesse delle banche retail della zona Euro. Il Gruppo farà leva sul proseguimento della dinamica di crescita in tutte le divisioni.

Bnp Paribas conferma l'obiettivo di economie ricorrenti di costi cumulati per 3,3 miliardi di euro a fine 2020. Su queste basi, gli obiettivi per il 2020 sono un calo in valore assoluto dei costi operativi e un effetto forbice positivo, un rendimento dei fondi propri tangibili (Rote) del 10% e un tasso di distribuzione del dividendo del 50% in contanti.

Guardando ai risultato di Banca Nazionale del Lavoro, Bnp rileva che il 2019 ha mostrato un contesto economico poco dinamico. Gli impieghi registrano un calo dell'1,9%, mentre Bnl continua ad accrescere la sua quota di mercato nel segmento di clientela Corporate, attestandosi al 5,7% e guadagnando così +0,4 punti in 3 anni. I depositi sono in crescita del 4,8% rispetto al 2018. L'incremento (+8% rispetto al 31 dicembre 2018) della raccolta di risparmio indiretta prosegue, trainata dalla componente previdenziale (+9,9% rispetto al 2018).

Bnl poi ha sviluppato nuovi servizi digitali con l'integrazione di Apple Pay nelle app per smartphone di Hello bank!, concludendo quindi l'attuazione dell'accordo siglato con Apple per l'insieme di Domestic Markets. Il margine di intermediazione è in calo dello 0,5% rispetto al 2018, attestandosi a 2,778 miliardi di euro. Il margine di interesse è in leggero calo (-0,1%), a causa del persistere di un contesto di tassi bassi e del riposizionamento su una clientela con un miglior profilo di rischio. Le commissioni registrano una diminuzione dell'1,1% rispetto al 2018.

I costi operativi, pari a 1.800 milioni di euro, sono in leggero aumento (+0,1%) rispetto al 2018, e registrano gli effetti delle misure di riduzione dei costi e di adattamento. Il risultato lordo di gestione, a 978 milioni di euro, ha mostrato una flessione dell'1,7% rispetto all'anno scorso. Il costo del rischio, pari a 490 milioni di euro, continua a diminuire (-102 milioni di euro rispetto al 2018), attestandosi a 64 punti base rispetto agli impieghi a clientela.

Infine, dopo l'attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), Bnp Paribas rileva come Bnl abbia generato un utile ante imposte di 443 milioni di euro, in considerevole aumento (+24,3%) rispetto al 2018.