Italia markets close in 7 hours 42 minutes
  • FTSE MIB

    26.133,52
    +164,68 (+0,63%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,20 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,50 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.240,06
    -8,75 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    74,81
    +0,83 (+1,12%)
     
  • BTC-EUR

    37.473,78
    +2.072,48 (+5,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.092,21
    -10,85 (-0,98%)
     
  • Oro

    1.756,80
    +5,10 (+0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1705
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.181,58
    -10,58 (-0,04%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.188,47
    +29,96 (+0,72%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    -0,0021 (-0,25%)
     
  • EUR/CHF

    1,0851
    +0,0018 (+0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,4777
    -0,0050 (-0,34%)
     

Bolletta elettrica, rischio stangata per famiglie: ecco aumento

·1 minuto per la lettura

Se la bolletta della luce aumenta del 40%, la stangata per le famiglie italiane sfiora i 250 euro all'anno. E' il calcolo dell'Unione Nazionale Consumatori dopo le parole del ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani. "Lo scorso trimestre la bolletta elettrica è aumentata del 20%, questo trimestre aumenta del 40", ha detto Cingolani intervenendo al convegno di Cgil Liguria 'Quale sviluppo per il futuro della Liguria'.

"Un aumento di tale portata, se fosse davvero confermato, sarebbe letale per famiglie e imprese. Per una famiglia tipo sarebbe equivalente a 247 euro su base annua", dice Marco Vignola, responsabile del settore energia dell'Unione Nazionale Consumatori. "Un rincaro così astronomico sarebbe un serio freno alla ripresa economica, innalzando i costi delle imprese e gravando pesantemente sulle tasche delle famiglie, con effetti deleteri sulla ripartenza dei consumi" prosegue.

"Governo e il Parlamento devono comunque porre subito rimedio, decidendo di destinare i proventi delle aste di mercato dei permessi di emissione di CO2 all'abbassamento delle bollette, eliminando gli oneri di sistema oramai superati, come quelli per la messa in sicurezza del nucleare o le agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario, spostando sulla fiscalità generale gli altri, come gli incentivi alle fonti rinnovabili, che ora invece finiscono in fattura", conclude Vignola.

Nei giorni scorsi, sulla base dei dati Istat, l'allarme del Codacons sul fronte delle bollette dell’energia, "che ad ottobre potrebbero subire maxi-aumenti a causa dei rincari delle materie prime, con una maggiore spesa per l’energia pari a oltre +200 euro a famiglia su base annua".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli