Italia markets open in 49 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.257,25
    -76,27 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,1404
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    37.032,09
    -781,76 (-2,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.013,35
    -12,38 (-1,21%)
     
  • HANG SENG

    24.112,19
    -105,84 (-0,44%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Bollette luce gas, rischio stangata senza interventi governo

·1 minuto per la lettura

"Senza ulteriori interventi del Governo per contenere l'aumento del gas dal 61% al 30-40%, nel 2022 una famiglia italiana - a causa di questi aumenti irrazionali- rischia di spendere in bolletta dai 700 ai 1.200 euro in più sull'anno, anche tenendo conto di un aumento previsto dell'elettricità del 45%". A rilevarlo, intervistato dall'Adnkronos, è il presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli, sottolineando che "già da stamattina a questo pomeriggio siamo passati, per il prezzo del gas, da 90 euro a 100 euro a Mwh: bisogna investire nella produzione di gas non solo nazionale".

"L’ecologismo, la rivoluzione ecologica, - argomenta Tabarelli- è un tema complesso, gli italiani devono capire e avere consapevolezza che questa è una partita a somma zero. Perché se decidiamo di non arrivare al 61% di aumento del gas è perché il governo ha stanziato altri 3,8 miliardi di euro oltre i 4-5 miliardi di quanto deciso prima per contenere gli aumenti in bolletta".

"Ma - avverte il presidente di Nomisma Energia - questa spesa va ad incrementare il debito pubblico e tutto ciò ha e avrà comunque un costo per i cittadini".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli